Menu
Flash - Operazione "Anno Zero". 22 provvedimenti a carico del clan del latitante Matteo Messina Denaro

Flash - Operazione "Anno Zero…

Trapani, 19 aprile 2018 -...

Serie A, 33ma giornata 2018. Brividi in testa, fuochi d'artificio a Firenze. CLASSIFICA

Serie A, 33ma giornata 2018. Brivid…

Roma, 8 aprile 2018 - Paz...

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA FOTOGRAFICA

Men in Pink Gala - VIDEO - GALLERIA…

dalla nostra corrispond...

Serie A – 32ma giornata. Altra giornata pro-Juve - CLASSIFICA

Serie A – 32ma giornata. Altra gior…

I bianconeri volano a +6 ...

Accademia Filarmonica Romana - “Tierra y Alma” M.Ángel Berna e Manuela Adamo

Accademia Filarmonica Romana - “Tie…

Danza di passione e di me...

La Siria è vicina, ma sta lì.

La Siria è vicina, ma sta lì.

Roma, 14 aprile 2018 - Le...

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter, avanti piano.

Serie A, 32ma giornata 2018. Inter,…

Roma, 14 aprile 2018 - An...

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Oro e Calvisano-Rovigo sono le due semifinali scudetto 2018

Rugby Eccellenza. Padova, Fiamme Or…

Roma, 14 aprile 2018 - Ne...

I veti incrociati complicano la soluzione della crisi

I veti incrociati complicano la sol…

Roma, 13 aprile 2018 - Da...

Accademia Nazionale di Santa Cecilia - Alexander Sladkovsky dirige autori russi

Accademia Nazionale di Santa Cecili…

Paganini v/s Mefistofele ...

Prev Next

Europa League ritorno quarti - Incubo Lazio!

calcio Lazio salisburgo 18Roma, 12 aprile 2018 - Sembra incredibile ma la Lazio è riuscita nell'impresa di uscire dall'Europa League in una maniera assurda, che proviamo a descrivervi a mente leggermente fredda.
Il Salisburgo ha vinto per 4-1, reti di Immobile, Dabbur, Haidara, Whang e Lainer, ma al 55' aveva subito il vantaggio laziale che teoricamente avrebbe dovuto chiudere la gara dal momento che aritmeticamente il saldo reti era passato sul 5-2 totale.
Invece è accaduto l'incredibile perchè dopo appena un minuto, gli austriaci pareggiano su autorete e la Lazio mostra le prime crepe non tanto dal punto di vista atletico quanto mentale, col contr'altare dell'esaltazione austriaca.
La seconda situazione si è verificata qualche minuto dopo quando i biancocelesti sbagliano un incredibile contropiede tre contro uno con Anderson, subentrato ad uno spento Milinkovic, che mette Luis Alberto davanti al portiere e lo spagnolo regala all'estremo difensore austriaco la sfera tirando un vero e proprio straccio bagnato.
Goal mangiato, goal fatto perché, sul rovesciamento di fronte, il Salisburgo segna con una staffilata di Haidara, complice un'incertezza di Strakosha, ed a seguire ne fa altri due nel giro di pochissimi minuti demolendo la Lazio.
Peccato perchè mancava poco per centrare un obiettivo abbondantemente alla portata e adesso bisogna sperare che la squadra non sbrachi tenendo conto che domenica sera si giocherà il derby con la Roma sugli scudi dopo l'impresa contro il Barcellona in Champions.
Ci sarà tempo per fare un bilancio di verifica, ma già adesso la società dovrà chiarire, a se stessa ed all'ambiente, se è il caso di crescere o rimanere “a bagno maria” come abbiamo descritto qualche giorno fa in un articolo di approfondimento.
Per la cronaca le quattro semifinaliste, oltre al Salisburgo, sono: Atletico Madrid, Arsenal e Marsiglia.
Domani i sorteggi che riguarderanno anche la Roma per la coppa con le grandi orecchie.
Devi effettuare il login per inviare commenti
Torna in alto

Notizie

Speciali

Cronaca

Chi siamo

Seguici su...