Cultura

La Reggina

(Sonetto romano)

La Reggina
(Sonetto romano)

Sò poche le Reggine su ‘sta tera
c’hanno lasciato drento ‘n emozzione,
che drento a ognuno regna assai sincera
và ortre li confini de nazzione.

È morta la Reggina d’Inghirtera!
E ‘sta notizzia è ‘n corpo de cannone,
che cià corpito a tutti, da stasera
un lutto pé mijardi de perzone.

Ha cavarcato tutto er novecento
doveva prima o poi fasse da parte,
così che mò è arivato sto momento.

E mò ner core ciavemo ‘na stretta
inzieme solo a quelle de le carte,
ce stava la Reggina Elisabbetta!

©ErnestoPietrella©DirittiRiservati©

Guarda anche
Close
Back to top button