Cultura

La casa dei miei

(di Mario Pino Toscano)

La casa dei miei 

(di Mario Pino Toscano)

Le persiane sono chiuse
non entra più la dolce aria di primavera,
mista al profumo dei dolci pasquali.

Le voci
a me tanto care
si sono spente.
Il silenzio è caduto
fra quelle mura,
un tempo festanti.

Non odo piu
l’abbaiare del cane
in giardino
non il fumo di sigaretta
di mio padre
non il delizioso
borbottio del ragù.

Il tuo ritorno
dalla vicina Chiesa
per la preghiera di resurrezione,
la speranza della Luce.

Mamma papà
ora siete seduti
sugli spalti,
in diretta,
siete nello splendore
della vita eterna
mano nella mano.

Sorridono
e io sono contento,
ma non posso
fare a meno di piangere,
seduto in un angolo
nella casa dei miei.

©MarioPinoToscano©DirittiRiservati©

Back to top button