Cultura

Er simbolo novo

Sonetto Romano

Er simbolo novo

Sonetto Romano

Viveva tra le querce e sott’er faggio
sta preda ambita d’ogni cacciatore,
che pe sparaje s’appostava ore
e adesso se lo trova de passaggio.

Che a Roma c’è arivato da invasore
dar bosco, che nun dava più foraggio
e doppo avè magnatose ogni ortaggio,
mó pe le strade fà er molestatore.

E si sei romanista o sei lazziale
de Roma sopra oppure Roma sotto,
ce unisce adesso st’unico animale.

Er simbolo de Roma capitale,
nun è più er lupo e manco l’aquilotto
ner logo novo, ce sarà ‘n cinghiale!

©Ernesto Pietrella©DirittiRiservati©

 

 

Guarda anche
Close
Back to top button