Cultura

Le onde viaggiano sempre libere

Il primo romanzo di Paolo Schneider Graziosi, pieno di mare, onde e libertà.

Roma, 4 dicembre 2020 – Ecco a voi il primo romanzo di Paolo Schneider Graziosi intitolato: “Le onde viaggiano libere”. Un libro che potrebbe essere proprio un bel regalo di Natale.

Perché nel mondo esistono tre categorie di uomini: quelli vivi, quelli morti e quelli che vanno per mare. E Schneider Graziosi appartiene a quest’ultima.

Per lui, infatti, il mare è stato ed è motivo di vita. Anzi: il mare gli ha ridato la vita, dopo le traversie e le ansie che ha vissuto per alcuni problemi di salute.

Anche per questo è un autore che ammiriamo e che ci ispira sempre simpatia.

Perché con il suo modo di scrivere e pensare lo inserisce anche in una quarta categoria degli uomini, alla quale apparteniamo pure noi.

Quella di chi costruisce modellini di navi a vela o a motore e che, mentre li fabbrica, per mare ci va con la fantasia, restando seduto alla propria scrivania o al tavolo da lavoro.

Proprio come noi cronisti della vita che, mentre scriviamo per raccontarne le nostre storie, viaggiamo con la mente nello spazio e nel tempo, finendo con l’essere marinai da scrivania.

I nostri viaggi ci portano ad inseguire storie e ricordi che ci trascinano in epoche lontane e in mondi e paesi diversi.

Esattamente come le onde del romanzo di Schneider Graziosi lo hanno portato ad allontanarsi dai pensieri tristi di una vita che lui ha sempre saputo raddrizzare.

“Aspettando che i tempi si rasserenino un po’ vi aiuto ad ingannare l’attesa con una lettura lieve, piena di mare, onde e sole. E persone, culture, tanti sorrisi e momenti importanti della mia vita. Direi i più importanti” ci dice.

“E’ stato un lavoro che mi ha emozionato, divertito e fatto riflettere ancora di più – continua – perché è la cronaca di un viaggio che inizia dopo che al protagonista viene diagnosticato un tumore. Da qui la messa in discussione delle false certezze e la necessità di recuperare il senso delle cose”.

“Con una tavola da surf per compagna inizia il “road trip” per andare a scoprire i propri limiti e accettarli con serenità, in mille episodi e incontri divertenti, intensi, drammatici e indimenticabili” prosegue Schneider Graziosi.

“Da San Sebastian fino a Tahiti, racconto di onde, spiagge, tramonti con immagini vive e partecipate. Perché questa è una storia vera. La mia” conclude.

Un libro di evasione e rinascita, da leggere proprio in momenti di clausura come quelli che stiamo vivendo.

Chi è interessato lo può ordinare al link

https://www.scatoleparlanti.it/…/le-onde-viaggiano-libere/

Back to top button