Cronaca

Violenza sessuale nella casa di cura Vada Sabatia

Arresto 36enne per violenza sessuale su ragazza psichicamente minorata

Savona, 9 maggio – Nell’ambito degli sviluppi dell’ “Operazione 3D” per i maltrattamenti alla casa di cura Vada Sabatia, condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Savona (Malati psichiatrici maltrattati in casa di cura), questa mattina è stato tratto in arresto con l’accusa di violenza sessuale S.A. trentaseienne di Quiliano (SV).

Il GIP, Dott.ssa Fiorenza Giorgi, sulla base degli approfondimenti investigativi curati dai finanzieri, ha disposto, dopo le dodici di un mese fa, un’altra misura cautela in carcere.

In questo caso, però, l’accusa a carico dell’indagato è di violenza sessuale, aggravata poiché compiuta nei confronti di una ragazza psichicamente minorata, con abilità cognitive di una bambina, assistita presso la struttura sanitaria.

I fatti, non rilevati dalle telecamere installate a suo tempo, sono stati accertati dall’esame di documentazione sequestrata dalla quale si rileva come la dirigenza della casa di cura fosse già messa a conoscenza dei fatti tanto da provvedere all’allontanamento di S.A. senza ulteriori provvedimenti.

Gli accadimenti sono stati anche confermati da più persone, lavoratori e parenti, che sentiti in atti hanno fornito ognuno la tessera necessaria a comporre il nefasto puzzle che ha portato all’arresto.

Le indagini proseguiranno al fine di smentire o confermare le voci raccolte dagli inquirenti su altri possibili casi di violenza o molestie sessuali.

Tags
Back to top button
Close