Arrestato l’autore del tentato incendio alla Caserma dei Carabinieri di Palagianello – VIDEO

0
73

CC PalagianelloPalagianello (TA) 03.02.2018 – Era la notte del 7 novembre 2017 quando a Palagianello (Ta), alcuni cittadini in transito davanti alla Caserma dei Carabinieri, notavano delle fiamme sulle due saracinesche  dei garage. Le loro urla, allertavano i Militari i quali prontamente scendevano  e, seppure con difficoltà, riuscivano a spegnere l’incendio che si stava propagando, scongiurando ulteriori e più gravi conseguenze considerata la presenza nei locali di autovetture e suppellettili infiammabili.
Il sopralluogo consentiva di accertare che l’ignoto autore del gesto, dopo aver versato il  liquido infiammabile, aveva  cercato di spingerlo all’interno dei garage, sia dalla parte sottostante che lungo i binari laterali di scorrimento delle saracinesche. Solo l’immediatezza dell’intervento aveva evitato conseguenze ben più gravi.
Individuate le presunte vie di fuga dell’incendiario, i Carabinieri acquisivano le  immagini delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza privati e pubblici, installate nell’abitato. Alcune di queste, permettevano  di rilevare la presenza di un giovane, dapprima mentre era diretto  sul luogo del delitto e subito dopo intento a fuggire, mentre impugnava una bottiglia di plastica mentre a pochi metri da lui, si vedeva il bagliore dell’incendio.
Poichè dall’odore il liquido infiammabile veniva qualificato come benzina, gli investigatori dell’Arma acquisivano le riprese di videosorveglianza  delle stazioni di servizio di Palagianello. L’attento esame dei filmati, consentiva di accertare che un giovane 24enne  del posto, claudicante, fisicamente e per abbigliamento compatibile con quello ripreso dalle telecamere in prossimità della caserma, alcune ore prima dell’evento aveva riempito una bottiglia di plastica con della benzina. Particolare, poi, era la camminata, claudicante, riscontrata  fra i due soggetti ripresi dalle telecamere del distributore e quelle vicino alla Caserma.
Sulla scorta degli evidenti ed inequivocabili indizi,  la Procura della Repubblica avanzava al Gip una richiesta di provvedimento restrittivo a carico del giovane 24enne,  identificato quale autore del tentato incendio alla Caserma, che veniva accolta.
Il provvedimento restrittivo è stato eseguito in mattinata e mentre l’arrestato è stato associato in carcere a disposizione della Magistratura, la perquisizione al suo domicilio consentiva di rinvenire e sequestrare i capi di abbigliamento indossati al momento dell’atto criminale.
{youtube}s9U3fDIZxOQ{/youtube}
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here