Cronaca

Nomadi armati di spranghe rapinano un negozio di abbigliamento cinese

Arrestati dopo un lungo inseguimento

Tivoli Terme, 28 aprile – Ieri, tre nomadi di cui due uomini di 20 e 40 anni ed una donna 35enne, armati di spranghe, irrompevano in un deposito di abbigliamento gestito da un 40enne cinese. Dopo averlo malmenato violentemente, lo immobilizzavano, legandolo. Dopo avergli rapinato l’incasso ed il cellulare, rubavano il suo furgone carico di capi d’abbigliamento ponendosi alla guida e dandosi alla fuga in direzione di Roma.

I Carabinieri di Tivoli, informati dai passanti, si ponevano immediatamente alle ricerche del furgone agganciandolo sulla via Tiburtina.

Dopo un inseguimento di circa 15 chilometri, all’altezza di Roma-San Basilio, i militari dell’Arma riuscivano a bloccare la loro fuga ed arrestarli, recuperando l’intera refurtiva.

I tre, con precedenti penali e tutti domiciliati presso il Campo Nomadi di Via di Salone, sono stati arrestati per il reato di “rapina aggravata” e posti a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

La vittima, a causa dell’aggressione subita, è stata successivamente medicata presso l’Ospedale di Tivoli dove e dimessa con 5 giorni di prognosi.

sotto galleria fotografica

{gallery}cc_tivoli{/gallery}

Close