Cronaca

Il Procuratore generale di Palermo Scarpinato minacciato. Le immagini della videosorveglianza manomesse

Mancano quelle dei giorni delle minacce

Palermo 7 ottobre – Nei giorni scorsi il Procuratore Generale della Repubblica di Palermo Roberto Scarpinato, ha ricevuto pesanti intimidazioni, tramite una lettera fattagli trovare direttamente sulla sua scrivania ed una scritta sulla porta del suo ufficio.

Dall’esame dell’impianto di videosorveglianza, è emerso che le immagini relative alle videocamere interessate all’ufficio del Capo degli inquirenti del Distretto della Corte d’Appello di Palermo, sono completamente mancanti. Ora bisognerà accertare se l’impianto era stato staccato e quindi non ha registrato o se cancellate (in questo caso i tecnici della Polizia Telematica o del Ris dei Carabinieri, potrebbero recuperare le immagini)

Intanto, il Comitato Provinciale per la Sicurezza Pubblica, per precauzione,  ha potenziato le misure di sicurezza verso il procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato.

Close