Cronaca

Era il custode-giardiniere di una villa ma la pianta preferita era la cannabis

È stato il via-vai di giovani davanti al cancello della villa con annesso parco in via Appia Antica, a fregarlo.

polizia arresto

Roma, 23 novembre – Il continuo via-vai di giovani davanti al cancello di una villa con annesso parco in via Appia Antica, ha insospettito gli agenti del Commissariato Romanina, diretto dal Dott. Domenico Condello, che hanno deciso di prolungare l’appostamento ed osservare cosa si stesse verificando ed il perchè quella villa era “tanto visitata”.

Gli investigatori, resisi conto che trattavasi di tossicodipendenti, hanno effettuato un controllo.

Ad aprire, il “custode-giardiniere” S.D., 47enne originario della provincia di Livorno, con precedenti specifici di polizia.

Accertato quale fosse il luogo dove dimorava, una dependance della villa posta all’interno del parco, gli agenti hanno deciso di perquisirla. Nell’armadio nella camera da letto, i poliziotti hanno rinvenuto 6 barattoli di vetro con foglie essiccate di marijuana, oltre a 1 bilancino di precisione, 3 “trita-erba” e 2 lampade per riscaldamento da serra. Estesa la perquisizione nello sgabuzzino, sono stati rinvenuti 5 sacchi contenenti complessivamente 1,7 kg della stessa sostanza.

Mentre tutto lo stupefacente ed attrezzatura veniva sottoposto a sequestro, S.D. veniva accompagnato negli uffici del Commissariato dove, dopo le formalità di rito, è stato arrestato dovendo rispondere dei reati di       “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”.

Back to top button