Roma

Roma – Arrestato rapinatore seriale. Già scoperte 5 rapine in un mese. VIDEO

CC ARRESTO 4Roma, 02 novembre 2016 – Erano ben 5 le rapine consumate nel mese di ottobre nella zona di Cinecittà: due supermercati e due farmacie, di cui una ben due volte: il 2 ottobre una farmacia; il giorno 3 un’altra farmacia; il 22 ottobre un supermercato; il 25 ottobre, prima un supermercato e poi la stessa  farmacia rapinata il 3 ottobre.  Ad operare, sempre lo stesso uomo che era molto attento a non farsi scoprire, utilizzando sempre un casco ed un passamontagna per coprire il volto e dei guanti per le mani. Fatale pero, si è dimostrata  in una circostanza in cui, la telecamera a circuito chiuso posizionata all’interno di uno degli esercizi commerciali rapinati dal giovane, è riuscita ad immortalate sulla mano quella che equivaleva ad una carta d’identità, seppure ancora illeggibile: un tatuaggio a forma di rosa.

I Carabinieri della Stazione di Cinecittà, comandata dal Maresciallo Domenico Margiotta, dopo laboriose indagini condotte nell’ambito della malavita locale, riuscivano a dare un  nome al rapinatore che operava col segno della rosa: era un membro della nota famiglia  Bevilacqua,  M., 23enne e già anch’egli conosciuto alle Forze dell’Ordine per i suoi diversi precedenti.

Le sue immediate ricerche nei luoghi che solitamente frequentava,  davano però esito negativo in quanto Bevilacqua M., si era reo conto che i Carabinieri lo cercavano  per cui aveva lasciato l’abitazione in zona Tuscolana Est, per spostarsi nel quartiere Don Bosco dove ieri i Carabinieri sono riusciti a localizzarlo e il tentativo di fuga è risultato vano.

Gli investigatori (veri!) di Cinecittà, riuscivano così a risalire ad un B&B dove il 23enne, per sottrarsi alla cattura, aveva trovato rifugio, registrandosi sotto falso nome. L’immediata perquisizione, permetteva di rinvenire e sequestrare la pistola usata per compiere le rapine, una calibro 7,65 modello 1915, con caricatore inserito e con due cartucce.

Nelle adiacenze, i Carabinieri anche trovato  lo scooter, di colore nero, utilizzato per compiere tutte le rapine e che è risultato rubato. Nel  sottosella, sono stati rinvenuti due passamontagna, un paio di guanti e due caschi, materiale  indossato al momento della commissione dei reati, materiale sottoposto tutto a sequestro.

{youtube}4rpdr0gdLzc{/youtube}

Per Bevilacqua M., è scattato il fermo di Polizia Giudiziaria, atto convalidato dall’Autorità Giudiziaria. Per lui, si sono riaperte le porte del Carcere.

I militari dell’Arma stanno svolgendo ulteriori accertamenti per eventali altri reati commessi da Bevilacqua M., oltre alla perizia balistica sulla pistola sequestrata.

 

Tags
Close