Roma

Roma – Particolarmente intensa l’attività di Polizia Giudiziaria nella Capitale e Provincia

armi cc ps 16Sequestrate numerosissime armi e stupefacenti

Roma, 16 settembre – Gli Agenti della Squadra Mobile della Questura di Roma, nell’ambito dei  servizi preventivi, nella zona di Palestrina,  hanno proceduto al controllo dell’autovettura condotta da un giovane che viaggiava con andatura sospetta. I Poliziotti hanno deciso di eseguire una perquisizione domiciliare che ha portato alla scoperta di un vero e proprio arsenale: circa 25 pistole sia semiautomatiche che a tamburo, oltre 30 tra fucili semiautomatici, con baionetta e da caccia, nonché carabine dai calibri più disparati; trovati inoltre quasi 5.000 munizionamenti tra cartucce ed inneschi, più di 8 kg di polvere da sparo ed un “bombolotto” di fabbricazione artigianale, un fucile  a canne mozze di origine clandestina, Sono tuttora in corso accertamenti per verificarne l’effettiva provenienza. L’uomo, incensurato e di fatto privo di un’occupazione fissa, è stato arrestato per “violazioni plurime delle normative sulle armi” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli competente.

A Colleferro, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il locale Posto di Polizia Ferroviaria, hanno individuato i due responsabili  dei furti di numerosi furti commessi all’interno della sala d’aspetto ed in distinte zone dello scalo ferroviario di Colleferro. Erano un italiano ed una donna bulgara, entrambi incensurati. La maggior parte degli oggetti  sono stati recuperati  e riconsegnati ai viaggiatori derubati.    

Gli Agenti del Commissariato Romanina, hanno posto fine alla serie di furti consumati nel parcheggio dell’ateneo romano di Tor Vergata, arrestando il pregiudicato P.E., 39enne italiano, mentre stava asportando un computer portatile. La perquisizione domiciliare ha consentito il rinvenimento di altra refurtiva che, in base alle denunce sporte, è stata riconsegnata agli aventi diritto. P.E. era stato denunciato a marzo, in stato di libertà, sempre per furto.

 D.C.S., di 31 anni, romano, con problemi di tossicodipendenza, è stato invece arrestato da una pattuglia della Polizia di Stato del Commissariato Primavalle per “tentata estorsione” in quanto, pur non abitando più con i genitori, si era presentato per l’ennesima volta nella casa di Primavalle e, come aveva fatto altre volte, ha minacciato con un coltello la madre per farsi consegnare del denaro per pagare l’acquisto della cocaina. Ultimamente, sempre con la violenza e minacce, in pochi giorni era riuscito a farsi consegnare 1.450 euro. La madre è riuscita a telefonare al “112” e l’uomo è stato associato in carcere

Da settimane, il Commissariato di Albano riceveva denunce per furti consumati nei loro uffici di imprenditori, da un uomo che, fingendo  di essere interessato agli acquisti dei loro prodotti, rimasto momentaneamente solo mentre i venditori prendevano i prodotti da far vedere, si impossessava dei loro portafogli e cellulari, dileguandosi. Le indagini svolte, consentivano di individuare l’autore dei furti nel pregiudicato romano P.L. di 35 anni. Il Tribunale di Velletri emetteva  un’ordinanza di custodia cautelare a suo carico che è stata eseguita in un locale situato in località Santa Palomba, dove P.L. era solito rifugiarsi dopo i furti.

 A Via Jemolo, gli Agenti del Commissariato di San Basilio, hanno proceduto all’arresto di P.M. un romano 39enne che, arrestato per reati connessi agli stupefacenti, era stato sottoposto all’obbligo  di presentazione alla Polizia Giudiziaria. P.M., rimanendo a bordo della sua auto parcheggiata, continuava la sua attività di vendita di stupefacenti venendo sorpreso nell’atto della cessione della cocaina. Recuperate 10 dosi e sequestrata la somma di 410 euro, ritenuti provento dello spaccio.

Nel parco di Colle Oppio, gli uomini delle Volanti della Questura di Roma, hanno individuato e arrestato, anch’egli per spaccio di droga, un cittadino della Guinea di 28 anni trovato in possesso di hashish e marijuana.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina hanno arrestato in esecuzione di un decreto di fermo di indiziato di delitto,  un cittadino marocchino, di 30 anni, ritenuto l’autore dell’agguato del 1 settembre nei pressi del Parco Madre Teresa di Calcutta, nei pressi di via Palmiro Togliatti, a Centocelle,  in cui un connazionale di 52 anni fu ferito da tre colpi d’arma di pistola che lo colpivano alla coscia destra, al braccio e all’anulare destro. Recuperata l’autovettura a bordo della quale viaggiava l’autore dell’agguato, nonché gli indumenti dallo stesso indossati al momento del fatto. Le indagini dei militari proseguono per identificare altre due persone, presenti al momento del tentato omicidio.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale hanno invece arrestato due italiani mentre tentavano di forzare la porta di un appartamento in uno stabile di viale del Vignola.

I Carabinieri della Compagnia di Tivoli hanno arrestato, in un’abitazione di via Verdi a Tivoli Terme, padre 38enne e due figli maschi gemelli di 19 anni, perchè trovati in possesso di una pistola perfettamente funzionante e completa di munizionamento, di svariate dosi di droga, tra marijuana e hashish, di circa 1.500 euro in banconote di piccolo taglio, nonché di oggetti di valore quali numerose penne di marca, tra cui “ Montblanc” e orologi “Cartier” – di cui non hanno saputo giustificare la provenienza.

I Carabinieri della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 40enne Guidonia, già agli arresti domiciliari, con l’accusa di maltrattamenti ai danni dell’anziana madre, “colpevole” di avergli negato dei soldi per l’acquisto di una dose di stupefacenti. Prontamente intervenuti, i Carabinieri hanno bloccato l’uomo e lo hanno portato in carcere a Rebibbia. L’anziana donna è stata soccorsa e medicata per le ferite lacero contuse, guaribili in una quindicina di giorni.

I Carabinieri della Tenenza di Guidonia hanno arrestato un cittadino nigeriano, con precedenti, poiché resosi responsabile del reato di lesioni gravissime per aver sferrato calci e pugni al proprietario di un supermercato di Guidonia, dopo che gli aveva chiesto di spostarsi dalla spazio antistante il supermercato, dove chiedeva l’elemosina. Arrivati sul posto, i Carabinieri hanno bloccato l’uomo, che ha anche opposto resistenza durante le fasi della sua identificazione. La vittima della violenta aggressione è stata portata in ospedale per le cure. 

I Carabinieri della Stazione di Tivoli Terme, hanno arrestato un cittadino romeno per furto ai danni di un supermercato.

I Carabinieri della Stazione di Tivoli Terme arrestato in flagranza di reato un cittadino del Gambia sorpreso nell’atto di cedere una dose di eroina ad un tossicodipendente. Recuperate e sequestrate la droga e le banconote, provento dell’ attività illecita.

In via Chiara Bosatta, a Ponte di Nona, i Carabinieri della Stazione Carabinieri di  Roma Settecamini hanno arrestato un uomo trovato in possesso di dosi di hashish, pronte alla vendita, di materiale per il confezionamento e manoscritti che riportavano la contabilità con i nomi dei clienti a cui rifornire la droga.

I  Carabinieri della Stazione di San Vittorino Romano hanno arrestato una donna di origini nigeriane, sorpresa a rubare all’interno di un’abitazione in via Ripatransone.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma EUR hanno arrestato un romano di 61 anni, residente a Pomezia, incensurato, che custodiva in casa un’arma da guerra e diverse munizioni. Scoperto un mitragliatore MP40, calibro 9, di fabbricazione tedesca in perfette condizioni, funzionante e completo di caricatore. L’arma, risalente alla II Guerra Mondiale, è una vera “chicca” per collezionisti considerando che si tratta del mitra d’ordinanza della Wehrmacht e delle Waffen-SS durante il conflitto nonchè circa 2000 proiettili e cartucce per varie armi.  

Back to top button