Estero

News – Il “birbaccione” Kim Jong-un lancia nuovo missile intercontinentale che sorvola il Giappone

corea nord Kim Jong un

(foto Ansa/Ap)

Roma, 15 settembre 2017 ore 06:06 ansa – Kim Jong-un, questa mattina ha lanciato un nuovo missile intercontinentale che ha sorvolato nuovamente l’isola di Hokkaido, la più settentrionale del Giappone.

Lanciato dai pressi della capitale Pyongyang,  ha volato ad una altezza di circa 770 chilometri  e per ben 3.700 chilometri, affondando verosimilmente nel Pacifico Nord. Il missile è potenzialmente in grado di trasportare una mini testata nucleare verso gli Stati Uniti e l’Europa.

Il missile precedente del 28 agosto, un Hwasong-12, volando ad una altitudine di circa 550 chilometri,  aveva avuto una gittata di circa 2.700 chilometri spezzandosi poi in tre parti nel mare del Giappone.

Il Washington Post online, ha scritto che la Corea del Nord, attraverso la sua agenzia di stampa ufficiale,  poche ore prima del lancio del nuovo missile aveva minacciato direttamente il Giappone. La commissione nordcoreana per la pace nel Pacifico asiatico aveva dichiarato  “Le quattro isole dell’arcipelago (giapponese) dovrebbero essere affondate da (una nostra) bomba atomica”, aggiungendo: “il Giappone non deve più esistere accanto a noi”.
A Seul, il presidente sud-coreano Moon Jae-in ha immediatamente convocato una riunione urgente del Consiglio di sicurezza nazionale.

Dal canto suo, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu lunedì scorso aveva approvato all’unanimità una serie di nuove sanzioni contro la Corea del Nord, per la nona volta dal 2006, anno del primo test nucleare di Pyongyang.

Probabilmente non è certo il  “birbaccione” detto dall’Onu con le sue “sanzioni” a spaventare Kim Jong-un.  Chi sa perchè, torna in mente l’Iraq con  il suo presidente  Saddam Hussein che, per molto meno, è stato invaso e lui impiccato…

Back to top button