Estero

Iran: graziato mentre aveva già la corda al collo

È la madre della sua vittima a salvarlo.

Teheran (Iran), 17 aprile – Secondo il quotidiano Shargh, il 19enne Balal, nel 2007, durante una rissa,   aveva ucciso un suo coetaneo con un coltello.

Per l’omicidio, era stato condannato alla pena di morte mediante pubblica impiccagione nella città di Noshahr, nel nord del Paese e martedì era stato portato sul patibolo per l’esecuzione della condanna.

Il boia aveva bendato Balal mettendogli il  cappio al  collo per eseguire la sentenza di morte quando la madre della vittima, fattasi largo fra la folla, lo ha raggiunto, prendendolo a schiaffi e togliendogli la corda dal collo, perdonandolo e salvandogli così la vita.

“Sono credente e tutti, compresa la mia famiglia ed i miei amici, mi avevano chiesto di perdonarlo”, ha dichiarato la donna al giornale.

Close