La marcia per la vita si sussegue a catena in America

0
48

america no armidalla nostra corrispondente da Los Angeles, Stella S.
Los Angeles, 25 marzo 2018 – La marcia per la vita a Washington come a Downtown in Los Angeles è stata organizzata da studenti attivisti a protesta contro l’accesso alle  armi.
Emma Gonzales leader del movimento  “Never Again” ha dedicato sei lunghi minuti di silenzio in memoria della sparatoria avvenuta in marzo nella Marjory Stoneman Douglas High School in Parkland dove 17 studenti ed insegnanti hanno perso la vita .
A Los Angeles, per la strade di Downtown, migliaia di residenti e studenti hanno organizzato una marcia in massa contro il secondo emendamento, reggendo cartelloni con foto delle vittime e le scritte “ Proteggete i bambini, niente armi” “Non devo aver paura ad avere mio figlio a scuola”.
Hanno fatto eco dai palazzi, suoni di tamburi e trombette. L’adesione alla protesta è stata come un fiume in piena, un passa parola estesosi in molte città della California. Si chiede un voto per il controllo delle armi.
Il secondo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, è stato istituito il 15 dicembre del 1791 e protegge il diritto dei cittadini di tenere e portare armi e contiene la ”Dichiarazione dei Diritti”.
La legge sarebbe nata per dare ai soldati la possibilità d’armarsi ma in realtà è stata estesa, per richiesta, ai cittadini.
Tempi e tecnologia diversi quando le armi servivano per difesa personale  e delle mandrie, specialmente per chi viveva in lande sperdute.