Estero

Jihadisti: ferocia senza limiti. 5 prigionieri chiusi in gabbia e fatti annegare. Amnesty International: Dove siete nascosti?

isis annegati“Vanno contrastati con la democrazia!”

Roma, 24 giugno – Con un nuovo video, con un il logo della bandiera dello stato islamico, Is, e la scritta  “Provincia di Ninive”, dal suggestivo titolo “Se tornate, torneremo”, i jihadisti hanno comunicato al mondo una nuova punizione. Sapienti riprese  della presunta “confessione di essere spie” e quindi la condanna a morte dei cinque uomini colpevoli con l’immediata esecuzione. Vengono chiusi in una gabbia e calati lentamente con una carrucola in una piscina  piena d’acqua e fatti annegare mentre, 4 telecamere montate sulle sbarre, trasmettono le immagini di terrore degli ultimi istanti di vita di quelle vittime.

Sempre nello stesso video, in Iraq, altre presunte spie vengono fatte salire in una macchina quindi, un militante dell’Isis li fa saltare in aria sparandogli contro un razzo.

La scorsa settimana, un’altra “spia” è stata crocifissa ed un altro video mostra un jihadista che, mentre la vittima è appesa,   gli taglia una mano ed un piede.

Nella città di al-Mayadin, nell’est della Siria, invece, secondo gli attivisti    dell’Osservatorio Siriano per i diritti umani, due  minorenni, sulla via al-Bo Kamal,  sono stati crocifissi      contro il muro dell’edificio che ospita la polizia religiosa (al-Hesbah), con appeso al collo un cartello esplicativo della sentenza: “non aver rispettato il digiuno di Ramadan”.

Per scelta, omettiamo di allegare il video, comunque reperibile su youtube…

Ora, se non si è complici o  …… (parola di 6 lettere che inizia e finisce con la i), come si può pensare di rispondere ad una  simile ferocia con le  “parole democratiche”?

Forse solo se ci sono grandi interessi personali e non si è assolutamente coinvolti in queste grandi tragedie!

Ma, ci ripetiamo: Amnesty International, con i suoi “diritti”, dove sono? Nascosti come conigli negli stati “democratici” dove possono alzare tranquillamente la voce con la copertura di alcuni politici particolarmente vicini a chi difendono?

In controsenso, ci auguriamo che arrivino anche in Italia, così vedremo cosa farà chi li sostiene e usa “solo” la parola … mentre sta annegando o salta in aria … o se almeno avranno il coraggio di chiedere di essere crocifissi come Pietro, a testa in giù!

Guarda anche
Close
Back to top button