Cronaca

Cittadino indiano 25enne, tenta di usare violenza prima ad una turista filippina e poi una turista tedesca

Via Principe EugenioRoma – Numerose telefonate ieri pomeriggio segnalavano al “113” delle aggressioni in corso  in via Principe Eugenio, con tentativo di violenza a due donne. Autore un indiano.

Immediato l’intervento  della pattuglia del Commissariato Esquilino, diretto dalla dott.ssa Rossella Matarazzo, che individuavano immediatamente un giovane che, armato di una bottiglia infranta, si aggirava nella via minacciando alcune persone. Dopo una breve colluttazione, gli agenti riuscivano a disarmarlo e immobilizzarlo, accompagnandolo in Commissariato ove veniva identificato per S.Y., cittadino indiano di 25 anni, con vari precedenti di Polizia. I poliziotti ascoltando le testimonianze dei presenti, accertavano che pochi minuti prima l’indiano aveva aggredito afferrato per il collo una turista filippina, cercando di condurla all’interno di un portone poco distante. Alla reazione della donna, la colpiva violentemente alla mano con il collo della bottiglia, causandole una ferita, poi medicata dai sanitari del 118. Allontanatosi di pochi metri, il bruto aggrediva una seconda turista, questa volta tedesca, che transitava nel medesimo marciapiede, toccandola nelle parti intime e trascinandola sul cofano di un’auto parcheggiata per usarle maggiore violenza, venendo interrotto dall’intervento degli agenti di Polizia. S.Y. , al termine degli accertamenti, veniva arrestato per rispondere di “violenza sessuale, violenza privata e lesioni personali” e condotto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Certamente se fosse stato in carcere o rimpatriato, le due donne non avrebbero subito quella grave violenza  che, ancora una volta, macchia l’immagine dell’Italia.

Back to top button