Cronaca

A 9 anni marina la scuola. Riceve un ceffone dalla madre e chiama i Carabinieri

Valmarecchia, 18 febbraio – Ieri mattina, alla centrale operativa del “112” della Compagnia dei Carabinieri di Novafeltria, giungeva l’accorata  richiesta di aiuto da parte di un bimbo, di nove anni, in quanto la madre lo stava picchiando.

Immediatamente veniva inviata sul posto un’autoradio dei Carabinieri che suonavano all’abitazione del minore. La madre, apprendeva così che l’intervento era stato richiesto dal figlio.

La donna spiegava ai militari dell’Arma che il bambino da due giorni, adducendo vari pretesti, non voleva andare a scuola per cui, dopo l’ennesima discussione, gli aveva dato un ceffone, scatenando la richiesta di aiuto da parte del minore.

Accertato che di fatto non vi era alcun maltrattamento nè poteva parlarsi di abuso di mezzi di correzione per un episodio isolato, tranquillizzavano la madre ed il figlio, al quale però raccomandavano di frequentare regolarmente la scuola.

Dell’accaduto, comunque, i Carabinieri  hanno informato sia la Procura per i Minorenni che i servizi sociali della zona.

Back to top button