Sport

Una Roma “maggica” mata il Toro al 91°!!

Roma, 25 marzo – All’Olimpico è la volta del Torino. All’andata la corsa dei giallorossi si fermò proprio contro il Toro che interruppe il record di dieci vittorie consecutive dall’inizio del campionato. Quella partita  lasciò l’amaro in bocca ai tifosi giallorossi non solo per il risultato finale, ma anche per i diversi torti arbitrali subiti nel corso dell’incontro. Inevitabili strascichi anche nel corso della conferenza stampa del pre-partita da ambo le parti. La Roma a causa della squalifica di Benatia è costretta a schierare un reparto difensivo  alquanto inedito. Le scelte di mister Garcia però sono anche volute. Toloi, all’esordio in serie A, viene schierato per sostituire Benatia, ma sulla sinistra il mister transalpino sceglie Romagnoli che è ormai entrato tra i titolari della squadra. Invariato il reparto d’attacco rispetto al turno precedente, ma di nuovo in campo De Rossi dopo le tre giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo. Ancora fuori Ljajic e Florenzi. Il Toro si presenta a trazione anteriore con Cerci (ex giallorosso insieme a Bovo), Immobile ed El Kaddouri. Panchina invece per l’altro ex giallorosso Tachtsisis.

Inizia la partita.

La Roma parte fortissima e al 7° recrimina già un calcio di rigore per fallo su Maicon, dubbia la decisione dell’arbitro sulla mancata concessione del penalty. Il Toro si dispone in campo pronto per le ripartenze che mister Ventura affida a tre giocatori velocissimi che tengono continuamente in apprensione la retroguardia giallorossa. Nei primi venti minuti di gioco la Roma si rende più pericolosa, ma entrambi i portieri non vengono impegnati più di tanto. Al 28° Nainggolan conquista un pallone prezioso sulla tre quarti e fa partire un’azione velocissima dei giallorossi, ma il Capitano, seppur libero in area avversaria, non riesce a finalizzare, il tiro è facile preda di Padelli. Al 32° pregevole tiro dalla distanza di Romagnoli, ma Padelli c’è. Al 34° si fa vedere anche il Torino con Immobile che fa partire un diagonale insidioso, ma De Sanctis si limita a controllarne la traiettoria che si perde sul fondo. Al 35° doppia occasione per la Roma, prima con Destro e poi con Pjanic, ma Padelli è in giornata e para sventando i pericoli sotto gli occhi increduli dei due giallorossi. Al 41° incursione del “guerriero” Gervinho che serve a Destro un pallone d’oro che il supercannoniere giallorosso mette magistralmente in rete! Per lui la giusta ovazione dell’Olimpico che lo applaude con un affetto incredibile! E’ lui il beniamino dei tifosi giallorossi! La Roma chiude il primo tempo in vantaggio.

Il secondo tempo inizia con un Totti molto ispirato. In due minuti offre a Gervinho due palloni molto invitanti, ma l’ivoriano non riesce a creare soluzioni pericolose. Il Toro si presenta più energico, ma i giallorossi sono molto temibili nelle ripartenze. Al 52° però Immobile gela il pubblico giallorosso. Vives serve un assist millimetrico al centravanti granata che con un tiro di sinistro al volo batte un incolpevole De Sanctis. Grande gesto tecnico che fa il pari con quello di Destro, che mette Prandelli in grandi difficoltà per la scelta degli attaccanti per il mondiale. Al 58° reazione della Roma, cross di Maicon per Destro che stavolta non centra il bersaglio. Al 63° un Immobile scatenato sfiora l’incrocio dei pali. Il Toro accelera e al 67° per poco non passa in vantaggio con i giallorossi sbilanciati in avanti. L’ex Cerci sfiora il palo con un insidioso diagonale facendo tremare il pubblico di fede giallorossa. Al 71° è la Roma a mancare il vantaggio di un niente, Gervinho da pochi passi mette incredibilmente fuori. Mister Garcia vuole vincere la partita e fa entrare in campo Bastos e Ljajic per Romagnoli e Totti. Il Toro però è ben messo in campo e mette continuamente in allarme la difesa giallorossa. Nei minuti finali spazio anche per Florenzi che rileva uno stremato Nainggolan. All’84° missile di Toloi da 35 metri, ma Padelli è ben piazzato. La Roma spinge fino alla fine e al 91° Florenzi, servito dal migliore in campo Gervinho, mette in rete! Tripudio dei tifosi giallorossi!

La Roma vince una partita importantissima! E’ senz’altro lei la squadra più bella del campionato! Una squadra bella da vedere, una squadra compatta con un gruppo di bravi ragazzi incredibili! Una squadra guidata da un grande mister, la squadra vincitrice morale di questo campionato! Se ce ne fosse ancora bisogno, la Roma ha dimostrato una volta di più di essere “MAGGICA”!

 

 

Back to top button