Tennis

Us Open, Sinner ora è show, agli Ottavi

Nakashima KO

Roma, 04 settembre 2022 – Jannik Sinner, supera lo scoglio Brandon Nakashima ed approda agli Ottavi dell’Us Open di Flushing Meadows, dove lo attende l’altro azzurro, Matteo Berrettini, che ha già superato il turno.

MUSETTI KO
L’impresa, invece, non è riuscita alla giovane racchetta del ventenne Lorenzo Musetti che ha affrontato il solido bielorusso Ilya Ivashka (numeroi 73) con l’handicap di una vescica incerottata all’anulare della mano destra, quella dell’impugnatura.
Inutile l’intervento medico; inevitabile la sconfitta della racchetta carrarese, nonostante Lorenzo avesse stretto i denti per i primi due set pareggiandoli 1-1.
La partita si conclude in 2 ore e trequarti con il punteggio 3-6, 6-4, 6-1, 6-2.

JANNIK FORMA STELLARE
Tutt’altra musica suonata, a seguire, nella notte americana da Jannik Sinner nel match contro Brandon Nakashima, 21enne astro nascente nippo-statunitense di San Diego.
Il tennis mostrato da Jannik all’alba italiana di questa mattina, è di una qualità oggettivamente rara .
Un vero e proprio show per deliziare gli intenditori e sportivi..
Nakashima non è l’ultimo arrivato, ma il numero 54 al mondo.
Il nuovo Sinner è prodotto dalla pregiata ditta tennistica formata da Simone Vagnozzi (manager) e Darren Cahill, guru australiano dietro le spalle di fenomeni internazionali come John McEnroe, Boris Becker, Andre Agassi , Hewitt e Simona Halep.
Con il loro contributo, il rosso altoatesina è cresciuto a vista d’occhio dal punto di vista tecnico, fisico e mentale e si è presentato al supercimento di Flushing Meadows.
Nakashima è stato un partner perfetto per l’esibizione di questa notte. Ha accettato la battaglia a viso aperto ed il pubblico di New York ha potuto godersi una partita di tennis davvero al massimo livello.

NAKASHIMA-SINNER DA SHOW
Scambi da fondo campo radenti, potenti, dritti e rovesci lungolinea od incrociati. Alternati a palle corte e volee. Tutto all’insegna di servizi e risposte di assoluta qualità, e recuperi prodigiosi.
Solo che la precisione chirurgica, risultava (due volte su tre) a favore di Sinner che non dava scampo, una volta lasciato sfogare Nakashima nel primo set e conosciutolo meglio.

DUE ITALIANO VERSO LA FINALE
Punteggio finale, 3-6, 4-6, 6-1, 6-2 con un Sinner che appare sempre più maturo e consapevole del livello raggiunto dal proprio tennis e chiude la partita con uno spettacolare smash.
Chi se ne intende lo considera fra i favoriti a portarsi a casa il Montepremi milionario.
Negli ottavi di domani, lunedì, se la vedrà proprio con Ilya Ivashka, il bielorusso che ha piegato Musetti con l’handicap.
Due italiani fra i primissimi del globo tennisico! Non male questa prospettiva tennistica italiana in terra statunitense!

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Guarda anche
Close
Back to top button