Tennis

Tennis Us Open: Berrettini, Sinner, Musetti

Tre Moschettieri a New York

Roma, 2 settembre 2020 – La notte newyorkese  del Tennis Us Open al Flushing Meadows promuove al terzo turno, tre moschettieri azzurri su quattro.

Dopo Matteo Berrettini, avanzano anche Jannik Sinner (6-4, 7-6, 6-2 contro Chris Eubanks) e Lorenzo Musetti (contro Dijs Brouwer in 4 set (6-7, 6-3, 6-4, 6-2)

FOGNINI, TROPPO NADAL
Fabio Fognini nulla può contro la classe e lo strapotere atletico di Rafa Nadal in una partita – derby fra due giocatori di 35 anni disputata fra le 3 e le 6 del mattino.
Eppure il ligure – memore del suo successo sullo spagnolo nell’edizione del 2015, per un set e mezzo si è esibito nel suo tennis migliore con improvvise vincenti accelerazioni annicchilendo lo spagnolo , 6-2.
Ha poi, proseguito nell’impresa fino al 4-2 del secondo set, quando Nadal (che non si arrende mai) ha messo a punto la propria potenza di fuoco.
A questo punto si è spenta la luce per il ligure, mentre il Numero 2 dei presenti a New York prendeva il largo per i tre successivi set ( 4-6, 2-6, 1-6).
Neanche una “autoracchetta” sul proprio naso da parte dell’iberico (con emoraggia, intervento del medico, cerotti) modificava la situazione e la resa fatale di Fognini.
Il quale, comunque, ritorna in patria consolandosi con il bonus di 188 mila euro destinato a chi arriva al terzo turno.

Il concetto di businnes americano – che raduna agli US Open i 128 giocatori (ed altrettante giocatrici) migliori del pianeta – attira a suon di moneta sonante, ma la fa sudare anche tutta!
Obbligando chiunque a disputare partite al meglio di 5 set che possono durare anche 5 ore a qualsasi ora del giorno o della notte.
Alla fine giocandosi, anche su cemento acrilico con rimbalzi della palla inconsueti, può succedere di tutto. Tranne, però, se sul Court siano campioni come Rafael Nadal.

Ma non solo lui…

L’Italia a New York è presente anche con i due magici ventenni italiani, Sinner e Musetti.
Anche per loro comincia a vigere la stessa regola: le partite di tennis , quando si gioca su 5 set , seguono la legge del più forte a prescindere da ogni casualità.
Quando si parla del più forte si intende dal punto tecnico, fisico e mentale.

JANNIK SINNER
Jannik Sinner si è trovato davanti ieri sera Christopher Eubanks un ventiseienne smilzo di oltre due metri di statura che si distingue in America nei circuiti minori.
Conosce bene il cemento; dispone di un servizio micidiale – 15 ace alla fine del secondo set.
Per l’ex sciatore di San Candido ha rappresentato un problema al tie break della seconda frazione da regolarsi rispondendo proprio a tempo di prime palle di servizio vincenti..

LORENZO MUSETTI
Lorenzo Musetti, il ventenne carrarese non finisce di stupire perchè accanto ad un talento tennistico eccellente, rifinito ora da un rovescio sempre più convincente, presenta una tenuta agonistica esemplare.
Ovvero il suo tennis cresce con il passare dei games. Si sta specializzando in rimonte.
Superato l’ottimo belga David Goffin in cinque set (dopo aver perso i primi due) questa notte ha trattato con la stessa moneta l’olandese nato a in Texas Gijs Brouwer.
Lo ha lasciato sfogare all’inizio (6-7 al tie break) per poi, inquadralo e dominarlo in rimonta 6-3,6-4 6-2.

Classe autentica e tenuta fisica e mentale sono queste le carte di questa racchetta italiana di 20 anni che fa coppia in giro per il mondo con Jannik Sinner che di anni ne ha solo uno in più.

Quale altro paese al mondo può vantare prospettive migliori?

Stiamo a vedere…

 

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button