Tennis

Tennis – Gli Internazionali d’Italia, un regalo di Roma al mondo

tennis foto italico internaz 2017Roma 13 maggio 2016 – Dalle 10 di stamattina i migliori tennisti del mondo sono impegnati sui campi del Foro Italico  di Roma nella 74° edizione  degli Internazionali d’Italia.

Il week  è dedicato a cerimonie, allenamenti e qualificazioni con in gara  10 giocatori italiani.   Si susseguiranno,  poi,   da lunedì  le partite dei due tabelloni principali composti da 64 uomini e 64 donne. A partire dalle ore 11 su 6 differenti campi del Foro Italico si  giocherà tutti i giorni senza una giornata di riposo.   Per  ospitare  tutti gli incontri si è reso necessario  disputare due sessioni di gioco,  una mattutina ed una serale a partire dalle 19.30.

Gli Internazionali d’Italia, non sono un dei quattro tornei del Grande Slam – Wimbledon, Parigi, New York e Melbourne –  ma  godono del prestigio di Quinto virtuale Torneo Slam  perché riunisce nello spazio di una settimane  (anziché due) il meglio del tennis mondiale  in campo maschile ed in campo femminile. Il tutto in una data ideale per  condizioni climatiche, in una “location” speciale come il Parco del Foro Italico, nella città più bella del mondo, Roma.  

Un appuntamento da non perdere sia  per  questi atleti giramondo sia  per il grande pubblico (lo scorso anno oltre 200 mila spettatori ed un incasso complessivo di oltre 12 milioni di Euro) con un Monte Premi  di oltre 7 milioni di Euro.

Molto bene ha fatto il Presidente della FIT, Angelo Binaghi,  a scegliere per il sorteggio del tabellone il Colosseo e l’Arco di Costantino,  tanto per ricordare al mondo la cornice in cui si disputa l’evento.

In attesa dei big, molto interessante ciò che già sta accadendo sui 6 campi del Foro Italico. 

Per esempio ,  la bionda ventenne di Trento Deborah Chiesa, è entrata  nel tabellone principale grazie alla Wild Card guadagnatasi nelle pre-qualificazioni  vinte superando  Federica Di Sarra. Lunedì affronterà l’ukraina Lesia Tsurenko  numero 42 del ranking. Lei è solo la numero 470. Ma nulla le vieta di sognare.

Oggi altre  tenniste azzurre  – Alberta  Brianti, Martina Trevisato, Cristina Ferranto  e Federica Di Sarra – cercheranno di guadagnarsi un’altra wild card nelle qualificazioni ufficiali. Affrontano tutte  avversarie molto più in alto nel seeding. Tentar non nuoce.

Per rimanere in campo femminile, quello che negli ultimi anni ha dato più soddisfazioni al tennis azzurro, le fortune italiche sono affidate a Roberta Vinci e Sara Errani.  La Vinci, da quando la sua amica-rivale Flavia Pennetta ha appeso la racchetta al chiodo per dedicarsi tutta al suo consorte Fabio Fognini,  si è ritrovata nelle mani tutta la responsabilità di mantenere alto il nome del tennis italiano. La sua impresa di battere Serena Williams agli Opens Usa 2015, per poi disputare una finalissima tutta italiana a New York (vinta dalla Pennetta) è ancora negli occhi di tutti gli sportivi, i quali  sognano in ogni circostanza che la tarantina  regali loro altre giornate storiche come quelle che l’hanno portata a vincere 10 Tornei importanti WTA nonostante le raggiunte 34 primavere.

La Vinci è attualmente n.34. Al primo turno se la dovrà vedere con  Katerina Makarova, n. 42.  Negli scontri diretti la lettone sta 4-2. Ma Roberta  questa volta , a Roma, troverà le risorse per sconfiggere un avversario che lei definisce “rognoso”.

La Errani, arretrata nel seeding,  dal canto suo se la vede con una avversaria approdata al tabellone grazie ad una Wild Card, la francese  Alize  Cornet, n.44. Negli scontri diretti la ragazza romagnola  è in vantaggio    4-2.

In campo maschile  per le qualificazioni impegnati oggi e domani  6 ragazzi ( che affrontano avversari più in alto di loro):   Salvatore Caruso, Luca Vanni, Lorenzo Sonego  Alessandro Giannessi,  And rea Arnaboldi, Andrea Pellegrino .

A dare la scalata ai “mostri sacri” –  Murray, Nadal, Wawrinka, DJokovic,  Raonic – sarà una pattuglia azzurra di 5 atleti guidata da Fabio Fognini e Andreas Seppi. Sorteggio fortunato al primo turno. Seppi passa per  assenza di avversario. Fognini deve vedersela con la Wild Car Matteo Berrettini,  baby romano di 20 anni.  Gianluca Mager  affronterà  un promosso dalle qualificazioni.  Invece Stefano Napolitano ha il compito improbo  di vedersela con il serbo Troiki.

Le attese italiche sono tutte per Fabio Fognini. Il giovanotto sanremese, da quando a giugno si è sposato con Flavia Pennetta.  ha fatto passi da giganti  mettendo il suo personalissimo e raffinato tennis  all’attenzione di tutto il mondo della racchetta. Dopo aver eliminato l’Argentina in Coppa Davis,  Fognini ha compiuto altre imprese come il superamento di Tsonga nell’Indian Wells e particolarmente creando grandissima difficoltà sul  cemento di Miami a  Rafa Nadal, tornato ai vertici mondiali.

Persa la semifinale a Miami, Fognini   si è infortunato ed ha riposato per qualche settimana. A  Madrid questa settimana, per assicurarsi l’importante Torneo ATP Nadal  ha dovuto sudare sette camicie per superare Fognini.

Il tennista azzurro al primo turno  si “allenerà” con Matteo Berrettini,  promettente promessa  vent,enne romana che la sorte gli ha tirato fuori dal cilindro delle wild card.

Ma le fortune di Fognini finiscono qui perché al secondo turno, martedì, lo aspetta  Andy Murray. Il numero uno del ranking,  è anche lui reduce da infortunio e non è al massimo delle condizioni. Un tonico Fognini potrebbe approfittarne regalando la prima grande sorpresa  di questi Internazionali d’Italia,  edizione n.74.

Copertura televisiva da grandissimo evento. 

Sky  si è assicurato  tutto il torneo maschile. Quello femminile sarà teletrasmesso da più emittenti:  Supertennis (tutto dalle 10 del mattino); RaiSport  (una semi-finale e la finale),  TV8 digitale ( 2 quarti, 2 semifinali, finale).

www.attualità.it, con due inviati, seguirà gli Internazionali  BNL d’Italia  con la rubrica “Tutti gli Internazionali d’Italia minuto per minuto” articoli, galleria fotografica, video-interviste.

Back to top button