Tennis

Tennis ATP 500 di Vienna. Sinner in semifinale

Verso una finale ultrababy?

Roma, 30 ottobre 2021 – Superando perentoriamente Casper Ruud (7-5. 6-2), Jannik Sinner accede alla Semifinale del ATP 500 di Vienna dove se la vedrà – passate poche ore – con lo statunitense Frances Tiafoe.

Il successo su Ruud è della massima importanza, poichè il norvegese lo precedeva sulle classifiche ATP al decimo posto.

Da lunedì, a prescindere da come vanno semifinali e finali viennesi, l’altoatesino si installa nono nella TOP Ten del rankling mondiale, dove trova settimo Matteo Berrettini.

Mai era successo prima due italiani, insieme, nella massima elite.

Ovviamente questa vittoria comporta altre positive conseguenze.

La prima è l’ipoteca semidefinitiva dell’inclusione in ottava (ed ultima) posizione fra gli 8 finalisti alla Nitto ATP Finals di Torino.

Situazione ancora in bilico per via della prossima disputa a Parigi dell’ ATP 1000 di Bercy dotato di punti pesanti.

La seconda, per mere implicazioni statistiche, è il miglioramento del record di imbattibilità al coperto portato da Sinner a 22 set consecutivi.

Sinner a 20 anni, insomma, è sempre più il personaggio del giorno.

Assieme allo spagnolo Carlos Alcaraz ( 18 anni) che l’altoatesino potrebbe incontrare domani, domenica, per una finale ultrababy.

Se tutto è andato bene contro il norvegese, un bel grazie Sinner lo deve a Lorenzo Sonego.

Il torinese Sonego, infatti, negli ottavi ha obbligato Ruud ad una maratona tecnico-fisica di quasi tre ore con due tie break.

“L’ho fatto per Jannik! – ha commentato a ciel sereno Sonego -. In realtà speravo proprio di vincere, per poi affrontare lui!”

Il torinese ha disputato il match più bello della sua vita, dando assieme al norvegese spettacolo.

Questo dispendio di energie psico-fisiche sicuramente è riaffiorato contro Sinner. Ruud ha la sua forza proprio nella solidità e potenza fisica.

Il match è risultato intenso ed equilibrato solo nel primo set, vinto al tiebreak da un brillantissimo e maturato Sinner (specie nel servizio ed il rovescio).

Poi nel secondo, le energie del norvegese si sono a poco a poco affievolite ed ha subito due break in partenza. Un timido tentativo di recupero. Poi si è spenta definitivamente la luce : 7-6, 6-2 per Sinner.

La semifinale pone di fronte all’altoatesino un altro personaggio atipico dopo il gigante (2.11m. ) USA Reilly Opelka.

Frances Tiafoe è, infatti, un omone sovrappeso – figlio di immigrati in USA dalla Sierra Leone – che sul campo sembra trascinarsi con fatica mentre, chiamato all’impegno anche improvviso, diventa un fulmine a ciel sereno.

Le sue bordate sono autentiche martellate. Nei quarti di Vienna, contro lo”gnomo” Schwartzman appariva assolutamente nelle mani del fondista argentino.

Invece, nel finale, dopo aver annullato palle decisive – trovava l’energia per inanellare tre games vincenti consecutivi, per portarsi alla semifinale.

Dunque, esiste un margine di incertezze. Ma quest’ultima versione di Jannik Sinner è quella di un tennista che usa la racchetta con la precisione e la perizia di un grande chirurgo.

Meglio, comunque vedersela contro il pittoresco americano piuttosto che uno degli altri due semifinalisti – il tedesco-russo Alexander Zverev (N.3 ) e Carlos Alcaraz.

Del fenomeno spagnolo Sinner tiene grande stima.

“È un tennista fatto e maturo, a 18 anni – ha sintetizzato in conferenza stampa – Soprattutto ha un fisico superiore a quello di altri alla sua età. Va trattato con grande rispetto, anche da me che ho 2 anni di più.”

Un soggetto, dunque, da prendersi con le molle. Ne sanno qualcosa tanto Andy Murray che Matteo Berrettini, entrambi sonoramente sconfitti a Vienna.

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button