Tennis

Il tennis italiano sbanca l’Australia.

Sinner vince ancora

Roma, 7 febbraio 2021 – Giorni di gloria assoluta quelli che sta vivendo in Australia il tennis italiano.

Jannik Sinner si è aggiudicato il suo secondo Torneo ATP in 3 mesi (dopo quello di Sofia) battendo in finale a Melbourne il connazionale Stefano Travaglia.

Inutile sottolineare che si tratta di un evento difficilmente ripetibile: due giocatori del medesimo paese che si contendono un Torneo ATP. In particolare due italiani.

Cioè esponenti di un tennis finora considerati di seconda schiera.

Almeno prima del sopraggiungere di giovanissimi della qualità del rosso altoatesino Sinner e del romano Matteo Berrettini.

Proprio quest’ultimo è stato protagonista questa notte di un altro evento storico consumatosi in Australia, in periodo pandemico.

La finale del torneo Internazionale a squadre maschile ATP che ha visto di fronte Russia ed Italia.

Impegnate le racchette azzurre di Fognini e Berrettini per l’Italia e di Rublev e Medveev per la Russia.

Ovvero i giocatori mondiale del periodo pandemia, rispettivamente numeri 5 ed 8 delle classifiche mondiali

Enorme è stato il successo del Torneo per nazioni dal sapore Coppa Davis.

Il successo finale è toccato alla Russia per 2-0 che si è aggiudicata entrambi i singolari senza ricorrere, perciò, al doppio.

Ma gli azzurri in semifinale, si erano tolti la non piccola soddisfazione di mettere in ginocchio la Spagna di Pablo Carreno Busta e Roberto Batista Agut.

Nel Torneo per Nazioni Atp la Russia è subentrata alla Serbia di Djokovic che si era aggiudicata la scorsa edizione.

Per la spedizione delle racchette italiane agli antipodi non poteva esserci dunque un anteprima migliore agli Australian Open che iniziano domani mattina a Melbourne.

Significativa assolutamente la prova di Sinner e Travaglio nel Torneo Great Ocean Road Open di Melbourne.

Il primo conferma che le imprese della scorsa stagione non sono state occasionali. Che si tratta effettivamente del miglior giovane della nuova generazione mondiale.

A diciannove il tennista altoatesino è ormai maturo per qualsiasi impresa.

Battere Stefano Travaglio sul cemento australiano è stata, infatti, un impresa.

Il ventinovenne atleta d Ascoli Piceno è la dimostrazione vivente che se un tennista con una buona base tecnica ed atletica e si applica con continuità e determinazione, può fare passi da giganti da professionista. Ieri, intanto, è diventato il numero 75 al mondo.

Non è poco in uno sport giocato da tutti ed a tutte le latitudini!

Sinner ha dovuto mettercela veramente tutta per superarlo prima al tie-break nel primo set (7-6). poi recuperando da 2 -4 a 6-4 nel secondo .

La rossa chioma di Sinner domani si presenta al Via degli Australian Open come numero 36 al mondo per affrontare al primo turno il Canadese Shapovalov, numero 11 del seeding.

Gli altri Italiani: Matteo Berrettini n.10, Fabio Fognini 16, Lorenzo Sonego 33, Sinner 33, Stefano Travaglia 75.

Back to top button