Rugby

Rugby Six Nations-Inghilterra-Italia 57-14

Azzurri coraggiosi subiscono la potenza inglese e perdono per otto mete a due

Londra, 9 Marzo 2019 – Sul prato di Twickenham l’Italia viene subito aggredita dagli inglesi che, in mezz’ora, realizzano quattro mete mettendo al sicuro il punto di bonus; la meta poi trasformata dallo stesso Allan aveva dato un equilibrio nel punteggio nei primi 15 minuti. Coraggiosi comunque gli azzurri nell’opporsi all’impatto devastante di avversari fisicamente e tecnicamente superiori, che non lasciano respiro e tempo di ragionare; ne fanno le spese prima Campagnaro, e poi il suo sostituto Castello, che escono per infortunio. 31-7 il parziale del primo tempo.
Alla ripresa l’onda bianca tenta di travolgere gli azzurri e si registra la quinta meta inglese, ma al 53’ arriva il premio all’orgoglio azzurro con Luca Morisi che corona una bella prestazione andando in meta a Twickenham per la terza volta nella sua carriera. Va fuori per infortunio anche Parisse. Poi la sesta e settima meta inglese, e l’ottava a due minuti dalla fine.
Possesso palla 68% Inghilterra 32% Italia.
A conclusione sia consentito che è sbagliato ironizzare sulla lunga sequenza di sconfitte azzurre, perché quest’anno i progressi ci sono stati. Senza entrare in dettagli statistici, il dato saliente è che in ogni partita di questo 6 Nazioni 2019 l’Italia ha messo a segno almeno due mete, e i distacchi di punteggio sono sempre stati contenuti, a parte oggi ovviamente. Andarsi a rivedere gli anni passati per capire il significato di questo dato. E tenere a mente che i progressi in questo sport non si improvvisano, ma necessitano di tempi geologici per consolidarsi, come fanno le rocce.

Per completezza di informazione riportiamo che nel primo pomeriggio a Edimburgo si è disputata una cruenta battaglia tra Scozia e Galles, conclusasi con il risultato di 11-18 che consente ai dragoni rossi di mantenere, seppur con sofferenza, il primato in classifica con quattro vittorie, e di aspirare alla vittoria finale con Grande Slam; di nuovo in corsa gli inglesi un punto sotto. In attesa di Irlanda- Francia, che si giocherà domani pomeriggio a Dublino (ore 16 italiane), la classifica è la seguente: Galles 16, Inghilterra 15, Irlanda 9, Francia 6, Scozia 6, Italia 0 (Francia e Irlanda una partita in meno).
Sconfitte sul suolo inglese anche l’Italia Under 20 maschile (giocata ieri, 35-10) e la nazionale femminile (oggi, 55-00)
Arrivederci a sabato prossimo 16 Marzo per l’epilogo del torneo delle Sei Nazioni 2019. L’Italia chiuderà incontrando la Francia allo Stadio Olimpico di Roma (calcio d’inizio ore 13:30), a seguire nel pomeriggio Galles- Irlanda (15:45) e Inghilterra-Scozia (18:00).

Tabellini Inghilterra- Italia
Inghilterra: Daly; Cokanasiga, Tuilagi M., Te’o, May; Farrell (cap), Youngs; Vunipola B., Curry, Shields; Kruis, Launchbury; Sinckler, George, Genge. All. Jones
A disposizione: Cowan-Dickie, Moon, Cole, Hughes, Wilson, Robson, Ford, Slade.

Italia: Hayward; Padovani, Campagnaro (22’ Castello, 32’ McKinley), Morisi, Esposito; Allan, Tebaldi; Parisse (cap; 61’ Palazzani), Steyn, Negri (48’ Polledri); Budd (48’ Sisi), Ruzza; Ferrari (48’ Pasquali), Bigi (48’ Ghiraldini), Lovotti (Traorè). All. O’Shea
A disposizione: Ghiraldini, Traorè, Pasquali, Sisi, Polledri, Palazzani, McKinley, Castello
Arbitro Nic Berry (Aus)

Marcatori: primo tempo 7’ m. George, tr. Farrell, 11’ m. Allan tr. Allan, 14’ m. May tr. Farrell, 30’ m. Tuilagi tr. Farrell, 25’ cp Farrell, 31’ m. Shields tr. Farrell; secondo tempo 46’ m. Tuilagi, 53’ m. Morisi tr. Allan, 63’ m. Kruis tr. Ford, 67’ m. Robson tr. Ford, 78’ m. Shields tr. Ford

Back to top button