Rugby

Rugby – RWC JAPAN 2019 Sol Levante!

Strepitosa vittoria del Giappone sull’Irlanda 19-12

Roma, 28 Settembre 2019 – Questo campionato RWC JAPAN 2019  si sta rivelando sempre più appassionante.

Il Giappone si è imposto oggi sull’Irlanda con una prestazione formidabile, dopo essere andato sotto nel primo tempo e aver rimontato fino al sorpasso, consolidato nel risultato finale di 19-12. L’onda bianca e rossa dei “Cherry blossoms” (i boccioli di ciliegio giapponese), va ricordato, è partita assai lontano, dal mondiale inglese 2015 con la vittoria di misura sul Sudafrica, grazie a una caparbia meta a tempo scaduto, quando alla guida della selezione nipponica c’era Eddie Jones (l’attuale CT dell’Inghilterra, di madre giapponese). Ma il muro d’acqua ha camminato a lungo in questi anni, sollevato da un terremoto sottomarino che lo ha portato ad abbattersi oggi, impetuoso tsunami, sulla frastornata costa irlandese.

I Verdi, partiti con le massime aspirazioni, si vedono ridimensionati e fiaccati nel morale. Dopo un buon inizio e un parziale di 12 a 3 a suo vantaggio, l’Irlanda ha infatti subìto una pressione costante degli avversari, senza riuscire dalla metà del primo tempo in poi non solo a costruire gioco, ma nemmeno ad avvicinarsi alla linea di meta, fino ad essere sconfitti per 19-12.

Era un luogo comune qualche decennio fa parlare della maestrìa dei giapponesi nel copiare la tecnologia occidentale. Oggi ad imitare sono altri paesi emergenti, mentre il paese del Sol Levante, con la sua proverbiale pazienza e meticolosità, ha saputo progressivamente emulare le nazioni maestre della palla ovale. Con il risultato parziale di aver costruito un evento di interesse globale che spicca per perfetta organizzazione e massima partecipazione, con stadi sempre pieni di entusiasti tifosi. Pregevole aspetto da sottolineare di questa edizione è la copertura video, completa, libera e in diretta, di tutte le partite sul sito https://www.rugbyworldcup.com.

A questo punto è certo che la partita più attesa, che poteva essere la finale più probabile,sarà invece un quarto infuocato: a Tokyo sabato 19 ottobre si dovrebbero affrontare – salvo altri colpi di scena – l’Irlanda e la Nuova Zelanda, pressoché sicura vincitrice della Pool B (in cui c’è anche l’Italia, che per il momento si gode il primato temporaneo del girone, ma anche quello assoluto del torneo di mete e punti realizzati).

Invece il Giappone dovrebbe arrivare a Tokyo domenica 20 per l’altro quarto di finale, contro la seconda classificata del nostro girone. Per saperne il nome bisognerà attendere venerdì 4 l’esito di Sudafrica-Italia, in programma a Shizuoka alle 11:45 ora italiana.

Per “www.attualita.itc’è il corrispondente dal Giappone Marco Cordelli a tenerci informati lungo il percorso che porta gli Azzurri di oggi (ma idealmente anche tutti coloro che li hanno preceduti nel rappresentare l’Italia) alla partita della vita.

Restate connessi sulle nostre pagine per il Mondiale delle sorprese…

GIAPPONE 19- IRLANDA 12
Tabellino
Giappone: 15 RyoheiYamanaka, 14 KotaroMatsushima, 13 Timothy Lafaele, 12 RyotoNakamura, 11 LomanoLemeki, 10 YuTamura, 9 YutakaNagare, 8 AmanakiLeleiMafi, 7 PieterLabuschagne (c), 6 KazukiHimeno, 5 James Moore, 4 Luke Thompson, 3 JiwonKoo, 2 ShotaHorie, 1 Keita Inagaki. A disposizione: 16 AtsushiSakate, 17 IsileliNakajima, 18 Asaeli Ai Valu, 19 Wimpie van der Walt, 20 Michael Leitch, 21 FumiakiTanaka, 22 RikiyaMatsuda, 23 Kenki Fukuoka
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Chris Farrell, 11 Jacob Stockdale, 10 Jack Carty, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Josh van der Flier, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Cian Healy. A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Dave Kilcoyne, 18 Andrew Porter, 19 TadhgBeirne, 20 Rhys Ruddock, 21 Luke McGrath, 22 Joey Carbery, 23 Jordan Larmour
Marcatori: 13’Ringrose (IRE) m.; 17’Tamura(JAP)c.p.; 20’Kearney(IRE)m.Carty(IRE)tr.; 33’Tamura(JAP)c.p.; 39’Tamura(JAP)c.p.; 58’Fukuoka (JAP)m., Tamura(JAP)tr.; 72’Tamura(JAP)c.p..

Tags
Close