Rugby – 6 Nazioni – Irlanda- Italia 56-19

0
110

rugby irlanb ita 2018Gli azzurri cedono ad avversari tecnicamente superiori.
(foto Marco Cordelli)
Dublino, 10 Febbraio 2018 – Nella seconda giornata del 6 Nazioni, altra pesante sconfitta per l’Italia, che perde contro gli irlandesi con un passivo di otto mete a tre, ma mostra una buona reazione nella ripresa, dopo un primo tempo tutto sotto pressione.
Ad aprire l’evento, come da tradizione, il presidente della Repubblica d’Irlanda, giunto quasi alla fine del suo mandato, che passa in rassegna le due compagini prima degli inni nazionali.
rugby irlanda ita 2018L’irrispettosa immagine che campeggia sulla copertina del programma ufficiale, con l’Irlanda a colori e gli azzurri in bianco e nero, sembra voler rimarcare il divario tra le squadre.
Primo tempo in grande affanno per gli azzurri, dominati nettamente dagli avversari in ogni reparto. L’Irlanda chiude la prima frazione con un eloquente parziale di 28 a 0, grazie a quattro mete trasformate che mettono al sicuro anche il punto di bonus.
Nella ripresa, dopo altre due mete irlandesi (Henshaw si infortuna seriamente al gomito cadendo per schiacciare e lascia il campo, e forse anche il torneo), finalmente la volenterosa Italia riesce ad andare oltre la linea con Allan ben liberato da una penetrazione di Castello, trasformata dallo stesso mediano di apertura. Al 65’ altra fiammata di Minozzi che scarica su Parisse, bravo a sua volta a liberare Gori per la seconda meta, trasformata da Allan. E al 74’ arriva la gratificazione personale di Minozzi, a nostro avviso il migliore dei nostri oggi, che segna la terza meta per l’Italia, liberato in velocità da Hayward; dalla piazzola sbaglia Allan. Nel finale Bellini intercetta e galoppa lungo la linea laterale per quasi 100 m, ma Earls è bravo a fermarne la traiettoria negandoci la quarta meta. Peccato, un punticino di bonus avrebbe mosso la classifica e rinfrancato il morale.
Punteggio finale 56-19. Come lo scorso anno, si ripassa la tabellina del sette con le marcature subite. Non demoralizziamoci, nel giro di 6 giorni abbiamo dovuto affrontare le regine del rugby europeo, inferiori nel mondo solo agli All Blacks, ed i nostri in entrambi i confronti non hanno mai mollato sino al fischio finale. Da segnalare il positivo ingresso di Gori in mediana, che ravviva la squadra quando gli irlandesi erano però già appagati.
A seguire Inghilterra- Galles e domani Scozia- Francia.
Prossimo appuntamento per gli azzurri contro la Francia a Marsiglia venerdi 23 Febbraio in serale.
Tabellini
IRLANDA (CT Schmidt): 15 Kearney, 14 Earls, 13 Henshaw 12 Aki 11 Stockdale 10 Sexton 9 Murray 8 Conan 7 Leavy 6 O’Mahony 5 Toner 4 Henderson 3 Furlong 2 Best 1 McGrath
a disposizione: 16 Cronin, 17 Healy , 18 Porter , 19 Roux , 20 Stander , 21 Marmion , 22 Carbery, 23 Larmour
ITALIA (CT O’Shea): 15 Minozzi, 14 Benvenuti, 13 Boni 12 Castello 11 Bellini 10 Allan 9 Violi (Gori) 8 Parisse 7 Steyn 6 Negri 5 Budd 4 Zanni 3 Ferrari 2 Bigi 1 Quaglio
a disposizione: 16 Ghiraldini, 17 Lovotti, 18 Pasquali,19 Ruzza, 20 Mbanda’, 21 Gori ,
22 Canna, 23 Hayward
Marcature: 11’ meta Henshaw tr. Sexton 14’ meta Murray tr. Sexton 21’ meta Aki tr. Sexton 35’ meta Earls tr. Sexton, 44’ meta Henshaw, tr. Sexton, 52’ meta Best tr. Carbery, 55’ meta Allan tr. Allan, 60’ Meta Stockdale, 65’ Meta Gori tr. Allan, 69’ meta Stockdale tr. Carbery, 74’ meta Minozzi.
Man of the match: Conor Murray (Irlanda)
Arbitro: Romain Poite (Francia).