Ciclismo

Tour de France: Pogacar padrone assoluto.

Prima settimana densa di accadimenti nella 108°edizione della Grande Boucle.

Roma, 5 luglio 2021

Al primo giorno di riposo della 108° edizione del Tour de France i giochi sembrano essere già definiti con lo strapotere messo in mostra dallo sloveno Pogacar, vincitore uscente della Grande Boucle.

Nove tappe che hanno detto tanto, col redivivo Cavendish vincitore di due frazioni e il campione del mondo Alaphilippe prima maglia gialla in Bretagna.

E’ stata poi la volta di Van Der Poel che ha conquistato il simbolo del primato con commovente dedica al nonno Poulidor, che mai era riuscito a conquistarlo.

Ma più di tutti ha impressionato Tadej Pogacar, vincitore della crono di Laval, che ha disintegrato i suoi rivali nella ottava frazione.

L’ottava e la nona tappa si sono corse sotto la pioggia e lo sloveno ha ribadito lo stato dei fatti, anche se poi domenica scorsa c’è stata l’impresa di O’Connor ora al secondo posto nella generale.

Insomma tradizione confermata quella che vede la prima settimana del Tour densa di trappole, battagliata, corsa a gran ritmo e con ritiri illustri quali Roglic e lo stesso Van Der Poel.

Con Van Aert e Alaphilippe fuori dai giochi Pogacar è maglia gialla con distacchi rassicuranti su O’Connor, Uran, Vingegaard e Carapaz.

Discrete le prestazioni degli italiani con Cattaneo decimo in classifica e Colbrelli, neo campione italiano, a caccia della maglia verde simbolo dell’atleta più veloce del Tour.

Discorso a parte per Nibali che sta correndo per rifinire la preparazione nell’ottica dell’Olimpiade di Tokyo.

Questa seconda settimana sarà decisiva per lo Squalo che tenterà di ben figurare nei tapponi di mercoledì, si scala il Ventoux due volte, e domenica nei Pirenei orientali.

Poi il probabile ritiro domenica prossima a due settimane dalla prova olimpica.

Appuntamento alla prossima settimana per il secondo commento al Tour.

Back to top button