Ciclismo

Ciclismo  Italiano d’Oro. Balsamo Iridata nelle Fiandre 

Terzo oro per l'Italia

Roma, 25 settembre 2021 – Terzo oro per l’Italia nella penultima giornata dei Mondiali di ciclismo su strada in svolgimento nelle Fiandre.

A rimpinguare il medagliere azzurro record è stata una ragazza di 23 anni di Cuneo: Elisa Balsamo al termine di una prova di squadra davvero fuori dal comune.

Le sei azzurre hanno dominato la gara assieme alla squadra femminile danese.

Hanno controllato tutto l’andamento della corsa distribuendo con sagacia compiti ed energia.
Il capolavoro della squadra si è avuto a dieci chilometri dall’arrivo, quando la campionessa uscente Van Vleuten, ha tentato l’iniziativa personale mettendo in difficoltà la ciclista piemontese,
indecisa sull’intervenire o meno per non portarsi dietro clienti difficili come l’olandese Voss e la polacca Niewiadoma propende non partecipare ai cambi.

Sono la Confalonieri e la Longo Borghini che riparano la difficile situazione.

Quando in prossimità dell’arrivo l’olandese viene ripresa dalle azzurre, in testa alla corsa si è formato un gruppetto con 4 azzurre e 4 olandesi fra cui Marianne Voss “La Cannibale”, e Ellen Van Dijk.

Le azzurre si dividono: a destra Confalonieri a sinistra Balsamo e Longo Borghini. Le maglie orange non sanno chi inseguire.

Nel frattempo la Borghini, umilissima, si è messa a “guidare” la collega prendendo un discreto margine. Marianne Voss sin alza sui pedali ai 100 metri per uno sprint micidiale.

Elisa Balsamo resiste indomita; rintuzza ogni colpo di reni e passa la linea fatale nettamente in testa.

È il terzo oro della gloriosa spedizione azzurra nelle Fiandre. Il titolo iridato femminile torna in Italia, dieci anni dopo quello di Giorgia Bronzini.

Sul medagliere il successo italiano è ormai assicurato. Con 3 ori un argento ed un bronzo, gli azzurri sono i padroni del mondo.

Il trionfo italiano si celebra anche con i piazzamenti delle altre ragazze tutte “rialzatesi” nel finale vincente.

Con Longo Borghini – che è rimasta a guardare dopo aver lanciato la Balsamo – al Numero 17, Maria Cavalli e Maria Giulia Confalonieri al Numero 20 e 23. Ottima anche la Bastianini protagonista dell’assistenza negli ultimi chilometri.

La conclusione vede in campo nell’ultima giornata dei Mondiali, i protagonisti della gara su strada uomini assoluta.

L’Italia punta su Matteo Trentin.

L’uomo da battere per tutti nelle Fiandre è il belga Wout Van Aert.

Negli ultimi tempi ha dominato il campo : fossero scalatori, cronomen, velocisti.

Afferma Trentin “Bisogna evitare di portare il belga in zona sprint”.

II lavoro di squadra degli azzurri finora è stato encomiabile .

 

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button