Calcio

Moviola, il grande flop! AAA Cercasi Arbitro

calcio moviola VarRoma, 19 agosto 2017 – Alla prova dei fatti, l’introduzione della Moviola in Campo  nel campionato di Calcio di  Serie “A” che ha visto la sua “prima” nell’anticipo JuventusCagliari, ha mostrato i tanti limiti anticipati dal nostro quotidiano on line, attualita.it.

Alla prima impressione, qualcuno potrebbe pensare ad un successo dell’iniziativa italiana (una moviola tutta sui generis) basandosi su un unico elemento: “Siccome la moviola ha decretato un rigore contro la Juve a Torino, davanti a 60 mila spettatori,  non assegnato dall’arbitro (Maresca), allora, vuol dire che la novità funziona. Non  fa favori a nessuno neanche alla Juve!”

Evviva!

Invece alla resa dei conti si è trattato di un  flop  perfino superiore a quello temuto.

Il primo perché ha deciso (o gli è stato consigliato) in primo luogo perché al 37’ del primo tempo, sull’1-0 per la Juve, di fronte all’intervento di Alex Sandro sull’attaccante croato del Cagliari, Duje Čop, l’arbitro Maresca ha lasciato correre fino a che il pallone è finito in angolo? Qualcuno insinuerà: perché,  in dubbio, l’arbitro è sempre pro-Juve! No, non è cosi perché in realtà la partita di oggi ha reso palese un altro aspetto sconcertante, cioè che la direzione vera della partite di serie A a partire da oggi  è affidata al VAR1 , nella circostanza l’arbitro internazionale romano Paolo Valeri. Mentre all’arbitro tradizionale, oggi il napoletano  Fabio Maresca, resta solo l’ordinaria amministrazione. Le decisioni importanti spettano al VAR 1;  per risparmiare tempo, per mantenere il “gioco fluido”.

Si tradisce così lo spirito e la sostanza della “moviola” per un ibrido privo di senso e con conseguenze devastanti.

Non è un caso che quello avvenuto al 27” del primo tempo  sia stato l’unico (apparentemente) intervento della moviola. Durato in tutto 81 secondi, più il tempo per l’esecuzione del penalty, peraltro fallito dal cagliaritano Farias, ovvero parato dal mitico Buffon   alla 620esima presenza in serie A.

Invece, di casi controversi ce ne sono stati diversi, ma sono stati ignorati sia dal Ponzio Pilato arbitro in campo, sia dal VAR (Video Assistant Referee).Il primo perché ha deciso (o gli è stato consigliato/comandato) di lasciare i casi controversi al VAR direttamente, abdicando alla sua missione. Dall’altro perché l’arbitro vero (il VAR1, Valeri)  le ha considerate perdita di tempo e non da rivedere, assieme a Maresca.

Il più  vistoso di questi episodi è stata  la seconda rete di Dybala allo scadere del primo tempo.

Sul lancio di Pjanic  in avanti, ci sono ben due situazioni  critiche,  la prima è  un possibile fuori gioco, la seconda è l’enorme probabilità di un fallo del braccio dell’argentino per controllare il pallone al volo.

Sintomatica la situazione. Maresca continua nella sua missione pilatesca e concede il gol, Valeri (davanti all’evidenza del fallo di mano mostrata  dalla moviola) decide: “già ho dato un rigore contro la Juve non segnalato da Maresca, non posso ora far ripartire l’operazione moviola che produce l’annullamento  del gol bianconero concesso dall’arbitro!

Alla faccia dell’arbitro elettronico che dice sempre la verità. Siamo davanti ad un pasticciaccio che vede protagonisti non uno ma almeno tre arbitri. Quindi le immagini moviola incriminate dell’episodio Dybala, sono state viste ma arbitrariamente archiviate. Ed affidate a Sky che al 37’ della ripresa le ha presentate  “in esclusiva”. E la Rai e le altre emittenti italiane che fanno? Tacciono!?

Ci sono ancora tre episodi da denunciare e si riferiscono sempre all’episodio del rigore parato da Buffon.

A.    Al momento di calciare il penalty, Farias si ritrova ben dentro l’area di rigore della Juventus ben 5 giocatori bianconeri. Rigore da ripetere e facilmente riscontrabile alla moviola;

B.    Buffon respinge il tiro che va alto nella direzione del cagliaritano Cam. Marchisio lo spintona dietro la schiena mandandolo a vuoto. Ci sono gli estremi per un nuovo rigore. Così, uno dopo l’altro? Certamente, altrimenti la moviola cosa ci sta a fare;

C.    La moviola indica calcio di rigore per fallo diretto di Alex Sandro. Perché allo juventino non viene affibbiato il previsto  cartellino  giallo o rosso?!;

Naturalmente tutti questi accadimenti sono rimasti assolutamente un mistero per gli spettatori che hanno percepito che qualcosa non andava solo in occasione del rigore. Per loro non è successo niente degno di nota. Non per i teleutenti di Sky che hanno potuto vedere tutto e di più.

Chiaramente il flop del Var non inficia in alcun modo il successo della Juventus (e quello del Napoli a Verona) apparsa ancora a corto di preparazione, ma sempre in grado con i suoi virtuosi di sistemare ogni situazione, anche i problemi posti  da un Cagliari volenteroso. Fosse entrato il rigore di Farias, o magari ripetuto, le cose sarebbero cambiate?

Chissa !

Tags

Guarda anche

Close
Close