Calcio

Calcio. No Totti, no Roma!

calcio totti spalletti roma atalanta 2016Anche i cinesi esaltano il capitano gialloroso, che, invece, tra le mura di casa viene sempre più discusso da chi dovrebbe ergerlo a simbolo. Ma a Trigoria a quanti ha fatto male la rete segnata da Totti a Bergamo?

Roma, 18 aprile – Totti segna il suo gol numero 301 con la maglia della Roma al termine di una partita rocambolesca, nella quale la sua squadra si era trovata in vantaggio per 2-0 per poi chiuderla sul 3-3 grazie al suo destro da limite. Ma, nelle dichiarazioni del post partita, il suo allenatore Spalletti dice: “Totti non ha salvato un bel niente, è la squadra che lo ha fatto e poi lui quel gol può farlo anche fra altri tre anni”. Qualcosa non ci torna. Il tiro dal limite dell’area è una peculiarità del capitano e se può farlo anche fra altri tre anni allora tanto vale che la Roma gli rinnovi questo benedetto contratto nonostante sia sulla soglia dei quaranta. E poi, con quel gol di Bergamo, Totti ha salvato la Roma, non un bel niente come dice Spalletti, che prima lo ha mandato in campo sperando che facesse qualcosa per aiutarlo a recuperare la gara e che poi, anche e proprio per questo, avrebbe dovuto ringraziarlo, non sminuirlo per l’ennesima volta. E dato che troppe cose non ci tornano ci viene un sospetto: ma non sarà che questo gol di Totti a molti, proprio nell’ambiente della Roma, sia andato di traverso? Non sarà che a tanti, a Trigoria e dintorni, abbia fatto più male che bene, al punto che avrebbero preferito perdere la partita anziché ritrovarsi sul 3-3 proprio grazie al capitano redivivo?

Eh sì, per Totti, che meriterebbe tutt’altra uscita di scena dal calcio giocato di quella che gli stanno facendo vivere e un contratto fino a quando vuole nella Roma alla quale ha dato tanto e che tanto ama, quello di Bergamo non è stato solo il gol numero 301 in giallorosso, ma anche quello più amaro di una splendida carriera che meriterebbe di chiudersi con il lieto fine.  A Roma, nella Roma a quant’anni. Proprio come lui stesso ha sempre sognato. Per quello che ha fatto e per quello che ha dato alla causa giallorossa meriterebbe tutta la riconoscenza del mondo. Altro che il trattamento che gli stanno riservando da un po’ di tempo a questa parte.

Cosa che anche alcuni tifosi cinesi giunti da quelle parti in adorazione hanno capito, al punto affiggere una scritta esaustiva: “No Totti, no Roma!”.

Back to top button