Brasile 2014

Mondiali Brasile 2014: la Croazia annienta il Camerun con un secco 4 a 0

Una partita a senso unico, resa ancora più facile dopo l’espulsione di Song

GRUPPO A –  ARENA AMAZONIA, Manaus – Ore 00.00 CET

Camerun-Croazia 0-4

CAMERUN:  (4-5-1): Itanjde, Mbia, Chedjou , (1′ st Nounkeu), Nkoulou, Assou Ekotto, Choupo-Moting (30′ st Salli), Song, Matip, Enoh, Moukandjo, Aboubakar  (25′ st Webo). (1 Feudjou, 23 N’Djock, 4 Djeugoue, 7 Nguemo, 9 Eto’o, 11 Makoun, 12 Bedimo, 19 Olinga, 22 Nyom). Ct.: Finke

CROAZIA (4-4-1-1): Pletikosa, Srna, Corluka, Lovren, Pranjic, Perisic (33′ st Rebic), Modric, Rakitic, Olic (24′ st Eduardo), Sammir (27′ st Kovacic), Mandzukic (12 Zelenika, 23 Subasic, 2 Vrsaljko, 8 Vukojevic, 9 Jelavic, 13 Schildenfeld, 14 Brozovic 15 Badelj, 21 Vida. Ct: Kovac 7.

Arbitro: PEDRO PROENCA (Portogallo)

Reti: 11’pt Olic, 3’st Perisic , 16’ st Mandzukic, 28’st Mandzukic

Manaus, 18 giugno – Nel  campo  che ha visto l’esordio dell’Italia ma che ha svelato il tasso di umidità esistente e che raggiunge percentuali di oltre il 70%, Camerun e Croazia si giocano il passaggio di turno. Il Camerun è privo di Samuel Eto’o. La Croazia deve ancora digerire l’ingiusta sconfitta subita con il Brasile. Il pareggio Brasile e Messico, però, lascia aperta la porta per il passaggio di turno.

Inizia la partita. Dopo alcune fasi alterne, all’11’, in contropiede, su assist perfetto di Perisic, Ivica Olic porta in vantaggio la Croazia.  Al 40′, mentre Mario Mandzukic  stava partendo in contropiede, Alex Song gli rifila una gomitata. Per lui, espulsione! Camerun in 10! Il Camerun tenta di reagire con azioni isolate ma si sente l’assenza di Eto’o e, senza particolari brividi, si va negli spogliatoi.

Al 2′ della ripresa, il Camerun ci riprova  con un destro di Choupo-Moting, parato senza difficoltà da Pletikosa. In risalita, Ivan Persic,  percorre tutta la fascia sinistra ed al 3′ minuto, battendo il portiere del Camerun sul suo palo, porta la Croazia a 2!

Emerge sempre più la differenza numerica ed il divario tecnico e tattico fra le due squadre. Così, al 16’  ed al 28’ st, Mandzukic chiude il risultato a 0 a 4.

Ormai non c’è più partita.

Per gli africani, questa  è la settima sconfitta consecutiva  subita in un mondiale mentre per la Croazia costituisce il ritorno alla vittoria dopo 12 anni, vittoria riportata sull’Italia per 2 a 1, nel Mondiale 2002 in Corea.

Tags
Close