Brasile 2014

Mondiali Brasile 2014 – Francia-Honduras – Benzema polverizza l’Honduras

Il bomber del Real Madrid segna due gol e ne propizia un altro: la sua Francia batte senza problemi l’Honduras e si candida ad un Mondiale da protagonista

GRUPPO E – Stadio Beira-Rio, Porto Alegre. Ore 21:00 CET

FRANCIA – HONDURAS : 3-0 (44′ Benzema rig., 48′ aut.Valladares, 72′ Benzema)

Francia (4-3-3): Lloris; Debuchy, Varane, Sakho, Evra; Pogba (57′ Sissoko), Cabaye (65′ Mavuba), Matuidi; Valbuena (78′ Giroud), Benzema, Griezmann. Commissario Tecnico:Didier Deschamps

Honduras (4-4-2): Valladares; Beckeles, Figueroa, Bernardez (46′ Chavez), Izaguirre; Najar (58′ Claros), Palacios, Garrido, Espinoza; Bengtson (46′ Oscar Garcia), Costly. Commissario Tecnico:Luis Suarez

PORTO ALEGRE, 15 giugno – Reduce dalla spericolata qualificazione nel playoff ai danni dell’Ucraina, la Francia si presenta al Mondiale senza la sua stella più brillante: Frank Ribery ha infatti gettato la spugna per motivi fisici durante il ritiro immediatamente precedente alla competizione brasiliana.  Forte di un centrocampo spaventosamente competitivo sia fisicamente che tecnicamente e di un bomber affidabile come Benzema, la selezione di Deschamps può  rappresentare seriamente la mina vagante delle eventuali fasi finali della kermesse.

L’Honduras che affronta i galletti parte sfavoritissimo, lontano anni luce dall’ ultima esperienza degna di nota in un Mondiale. Era il 1982 quando l’Honduras riuscì a fermare nel suo girone addirittura la Spagna, venendo comunque eliminato al primo turno: oggi quel che resta di quella storica squadra è tutto nel “Tanque” Costly, figlio del difensore centrale di quella selezione e, per un curioso gioco del destino, uomo-guida dell’attacco dei centroamericani. Nel 2010 in Sudafrica, nell’altra esperienza intercontinentale onduregna, la squadra del rappresentativo portiere Valladares venne eliminata subito portando con se, nell’ unico pareggio raccolto nel girone, un’incredula Svizzera.

Proprio il portiere simbolo della Bicolor ferma la Francia intorno al ventesimo minuto ,quando su calcio piazzato un rimpallo favorisce la conclusione da due passi di Matuidi: Valladares, aiutato dalla traversa, compie un grande intervento. La Francia continua a spingere e qualche minuto dopo colpisce la seconda traversa della serata con Griezmann, quindi l’Honduras sembra riuscire a prendere le misure degli avversari ed a resistere fino alla fine del primo tempo. In un secondo, però, tutto cambia: una spinta di Palacios su Pogba lanciato a rete porta al secondo giallo e quindi all’espulsione del centrocampista onduregno ed al calcio di rigore per la Francia; va sul dischetto Karim Benzema, fino a quel momento mai in gol nella fase finale di un Mondiale, che spiazza Valladares e porta la Francia in vantaggio.

L’avvio di ripresa segna un momento epocale per il calcio: per la prima volta viene utilizzata la tecnologia che rileva il goal/no-goal sulla linea di porta. Il tiro di Benzema al 48′ sbatte infatti sul palo prima di rimpallare sul portiere Valladares e rotolare a ridosso della linea di porta: l’intervento del portiere sembra salvare l’Honduras, ma la Goal Technology indica, meglio di come potrebbe l’occhio nudo dell’arbitro, che il pallone ha varcato totalmente la linea, sancendo così l’autogol dell’estremo difensore della Bicolor. Con l’uomo in meno l’Honduras non ha più mezzi per resistere alle discese delle ali francesi e solo il secondo grande intervento di Valladares salva dall’ennesimo tentativo di un indiavolato Benzema; al 72′, però, proprio il “chirurgo” francese piega le mani del portiere avversario trovando la doppietta personale e chiudendo la partita con un bolide che vale il 3-0. La Francia nei minuti restanti si placa e Deschamps sperimenta, inserendo Giroud e passando alle due punte, ma non succede più nulla ed al triplice fischio arbitrale il finale recita 3-0 per i galletti : le altre contendenti sono avvisate, la Francia c’è e questo Benzema fa terribilmente sul serio.

Per il programma, vedi “Mondiali Brasile 2014. Calendario, tabellone, gironi, sedi e fusi orari

Per la classifica aggiornata vedi “Mondiali Brasile 2014 – Classifica aggiornata

Tags
Close