Calcio

Serie A, campionato di calcio spezzatino, i voti di merito di www.attualita.it

Mazzocchi dà i numeri. 10 ai fratelli Inzaghi

Tutte le partite di Serie A, campionato di calcio spezzatino, del sabato hanno registrato la vittoria delle squadre in trasferta. Con la sola eccezione dell’Inter che ospitava al Meazza la Fiorentina.

I neroazzurri, che erano sotto per 2-3 a tre minuti dalla fine, sono riusciti a ribaltare il risultato a tre minuti dalla fine vincendo 4-3, grazie all’innesto in extremis di Vidal e Naingollan.

Risultati impensabili prima del Corona Virus, da schedine multimiliardarie per chi le riempiva gettando i dadi.

Passi per il successo 4-2 dell’Atalanta a Torino; della Lazio a Cagliari 2-0; ma la vittoria del neo promosso Benevento a Genova contro la Samp?

Va interpretata e spiegata per darne il giusto peso come evento sportivo.

Raccontando la incredibile coincidenza di due fratelli centroavanti azzurri (Simone e Filippo Inzaghi) che da allenatori sono riusciti alla stessa ora a guidare in Tv (ore 18) le vittorie rispettivamente di Lazio e Benevento.

Evidentemente il fattore-casa conta. Il pubblico è veramente il dodicesimo giocatore in campo.

Ieri c’è stata la prima modesta riapertura, non sufficiente, però a trasmettere quel qualcosa in più che va volare i piedi e condizionare le decisioni arbitrali.

La presenza del pubblico non aumenterà nel breve periodo. Anzi, secondo le autorità, potrebbe ancora ridimensionarsi.

Come si era detto, dunque, quello che si sta vivendo, sarà un Campionato tutto particolare, diverso, imprevedibile. Dove a contare saranno fattori diversi da quelli finora considerati.

Solo pochissimi si sono rafforzati. L’Inter sicuramente. Gli altri, per ovvie ragioni di finanza, hanno limitato il loro mercato allo sfoltimento delle “rose”, ai prestiti ed all’interscambio di “vecchietti” svincolati.

Taluni di questi si sono rivelati fondamentali per l’assetto di molte squadre.

Alla Juve di Ronaldo, si aggiungono così il Milan di Ibrahimovic (anche contagiato!) la Fiorentina di Ribery, ecc.

Solo l’Inter cinese ha fatto acquisti decisivi come quello di Vidal, accoppiato con il rientro di Naniggollan da Cagliari.

Mosse rivelatesi “decisive” nella partita contro la Fiorentina. Il loro innesto negli ultimi 10 minuti ha permesso all’Inter l’ “Assalto al Forte Apache Viola” vincente.

Altro elemento decisivo sul Campionato è il miglioramento della direzione di gara (terna arbitrale e Var)

Vuoi per l’esperienza maturata nel primo periodo, vuoi per le direttive dell’Aia, vuoi per l’assenza delle contestazioni, in campo è tornato a contare il buon senso.

Non si stanno più assegnando caterve di rigori ingiusti, paradossali, involontari, contrari all’etica sportiva,.

Assegnati soltanto perchè uno strumento tecnico attesta l’incontro di un braccio con una sfera…

L’aspetto forse più interessante della situazione che si sta vivendo è la nuova possibilità offerta dal “Calcio Spezzatino TV”, che consente a tutti la possibilità di vedersi tutte le partite in diretta in tre giorni.

Una occasione su misura per giornalisti sportivi e pensionati. Ma chi lavora, studia o “ha altro fa fare”?

Chi vuol capire, perchè, per come? Come può orientarsi in questo guazzabuglio?

I numeri non bastano per garantirsi un giudizio-vittoria, pareggio, sconfitta. Non bastano per farsi un opinione su chi è bravo o meno bravo. Se cambiare oppure no!

La Pandemia ha reso tutto più essenziale, andando al netto dalle sovrastrutture e dei trucchi; al di là dei numeri e delle classifiche ufficiali che prescindono dai valori sportivi reali.

Ha offerto al medesimo occhio l’occasione unica di vedere – con il pathos aggiuntivo della diretta tv – tutte le partite una dopo l’altra in tre giorni.

Quindi dare una magnifica opportunità professionale per raffrontare e giungere ad una valutazione che è automaticamente oggettiva, applicandosi il medesimo metro di misura.

Parallelamente alle classifica ufficiale tradizionale, “www.attualita.it” intende offrire una classifica generale alternativa ricavata dai voti dati in ogni partita secondo il nostro criterio di “Vero Merito Sportivo”.

Al termine della stagione sarà interessante verificare quanto Merito Sportivo e Ufficialità coincidano. Un esercizio utile e divertente.

 

Back to top button