Calcio

Serie A, 29°giornata: Duello scudetto sempre caldo.

Crollo Roma, addio qualificazione Champions.

Roma, 2 luglio 2020. Questa strana seconda parte del massimo campionato di serie A sta evidenziando ancora di più la forbice tra le primissime posizioni, con squadre che vincono sempre, e le ultime della classe con squadre che perdono sempre. In mezzo formazioni come Fiorentina e Torino che non riescono a ritrovarsi, nel segno di una discontinuità preoccupante, con l’aggiunta di una Roma da stasera in crisi nera. Martedì proprio il Toro è stato stroncato da una Lazio volitiva e in crescita, come cifra atletica, nonostante un rigore a favore realizzato dopo appena tre minuti. I biancocelesti alla fine la spuntano per 1-2 dando un segnale importante alla speranza di poter infastidire la corazzata Juventus. Di livello la tenuta della difesa che non ha mai rischiato i velleitari tentativi dei granata, con prove eccellenti di Luis Alberto e Milinkovic e risveglio nel secondo tempo del capocannoniere Immobile. Il difficile adesso sarà sabato sera contro il Milan dove Inzaghi dovrà fare a meno di Immobile e Caicedo squalificati, col solo Correa come unico attaccante.

Dicevamo della Juventus che ha battuto in trasferta per 1-3 il Genoa cristallizzando il vantaggio di 4 punti sulla Lazio e poi a seguire Bologna-Cagliari 1-1, Inter-Brescia 6-0, Fiorentina-Sassuolo 1-3, Lecce-Sampdoria 1-2, Spal-Milan 2-2, Verona-Parma 3-2.

Stasera apertura alle 19,30 con la solita Atalanta che ha spezzato la serie positiva del Napoli vincendo per 2-0, con un primo tempo più attendista rispetto alle consolidate abitudini ed una ripresa di forte impatto con un uno-due in appena otto minuti. La Roma alle ore 21,45 è caduta fragorosamente in casa contro l’Udinese per 0-2 in una gara scialba, senza nerbo, che lascia interdetti e condiziona anche quello che può essere una critica oggettiva e costruttiva. Come può una compagine, che comunque Fonseca aveva costruito con dei principi apprezzabili, crollare in questa maniera denotando, al di là della condizione atletica, una mancanza di carattere assoluta? Può essere che le vicende societarie, acuite a ridosso della ripresa stagionale dalla rottura col direttore sportivo Petrachi, siano così condizionanti? Ricordiamo che c’è una qualificazione da centrare, a questo punto in Europa League, per non parlare di una qualificazione da conquistare, sempre in EL, ad agosto prossimo.

Classifica dopo la 29° giornata:

Juventus, 72; Lazio, 68; Inter, 64; Atalanta, 60; Roma, 48; Napoli, 45; Milan, 43; Verona, 42; Parma e Cagliari, 39; Bologna, 38; Sassuolo, 37; Fiorentina,Torino e Udinese 31; Sampdoria, 29; Genoa, 26; Lecce, 25; Spal, 19; Brescia, 18.

Tags
Back to top button
Close