Russia 2018. Gioie e dolori

0
7
calcio mondiali 2018 - Inghilterra - Foto EPA

L’Inghilterra elimina la Svezia e torna a giocare una semifinale mondiale dopo 28 anni. Il suo avversario sarà la Croazia, che batte la Russia ai rigori.

Roma, 7 luglio 2018 – Nel campionato mondiale di calcio Russia 2018, l’Inghilterra e la Croazia sono tra le prime quattro squadre del mondo.

Gli inglesi hanno battuto 2-0 la Svezia con i gol di Maguire nel primo tempo e Dele Alli nel secondo e le grandi parate di Pickford, che si è superato in almeno tre occasioni.

I croati hanno vinto solo ai rigori contro la Russia padrona di casa e mai doma: 2-2 sul campo, con il vantaggio russo di Cheryshev, il pareggio di Kramaric, il 2-1 croato di Vida nei supplementari e il 2-2 di Fernandes a 5’ dalla fine degli extra time. Poi la lotteria dei rigori, con emozioni, gol ed errori fino a quello definitivo di Rakitic, che fa piangere tutta la Russia e manda i suoi alla semifinale di mercoledì 11 luglio contro l’Inghilterra.

Una sfida che sarà molto equilibrata. Un po’ come l’altra semifinale Francia-Belgio, che si giocherà martedì 10 luglio.

Gli inglesi sono forti di testa (così sono arrivati i due gol contro la Svezia), hanno un buon portiere che è una delle rivelazioni del mondiale e una squadra compatta e ben messa in campo.

I croati sono tosti, coriacei, giocano da squadra vera, ma hanno battuto la Danimarca e la Russia, a loro inferiori, solo ai rigori e arriveranno alla semifinale dopo due partite finite ai penalty. La stanchezza potrebbe farsi sentire.

Intanto i tabloid inglesi fanno festa e gonfiano il petto. “Il calcio sta tornando a casa” strillano, ma prima di vedere se sarà realmente così, la nazionale dei tre leoni dovrà superare questa semifinale difficilissima. L’entusiasmo oltremanica, però, è alle stelle. Gente in piazza, tabloid (come scritto) urlanti, spettatori record alla BBC per il match con gli svedesi (si parla di 32 milioni) e la speranza, sempre più concreta, di vincere quella coppa che manca dal mondiale casalingo del ’66.