Calcio

Serie A. Vince l’Inter, Roma sempre più giù

inter gol roma 2015Il gol di Icardi all’88’ condanna i giallorossi alla sconfitta e rilancia i nerazzurri in classifica.

Roma, 25 aprile – L’Inter batte 2-1 la Roma con le reti di Hernanes al 15’ e Icardi all’88’ che rendono inutile il gol di Nainggolan al 63’. Il successo permette ai nerazzurri di scavalcare il Milan in classifica e, in attesa delle gare di domani, anche la coppia Genoa-Torino. 

La Roma, invece, con questa sconfitta rischia di dire definitivamente addio al secondo posto (che domani potrebbe essere agguantato dalla Lazio, impegnata in casa con il Chievo) e di doversi guardare dal ritorno del Napoli, che ospiterà la Sampdoria. Il brutto passo falso a San Siro è l’ennesimo dei giallorossi in questo 2015, nel quale hanno inanellato una figuraccia dietro l’altra, frutto degli errori in sede di mercato, della sopravvalutazione di alcuni giocatori della rosa e anche delle scelte di Garcia, spesso contraddittorie e incomprensibili.

Nell’altro anticipo di oggi l’Udinese ha battuto il Milan per 2-1 allo Stadio Friuli con le reti di Pinzi al 58’ e Badu al 75’. Inutile il gol all’88’ di Pazzini. Per i rossoneri l’Europa diventa una chimera.

 “Una brutta partita. Sono molto arrabbiato e deluso per l’atteggiamento dei giocatori. Ci giocavamo l’Europa e la dignità. Loro sembravano giocare la finale di Champions, noi no. Chiediamo scusa ai tifosi e al presidente”. Queste le parole dell’allenatore del Milan, Filippo Inzaghi, ai microfoni di Sky. “Quando una squadra gioca così, il primo colpevole è l’allenatore. Io sono il primo responsabile ma ora dobbiamo rimboccarci le maniche e fare bene mercoledì con il Genoa”.

Domani le altre partite con questi orari: 12.30 Atalanta-Empoli; 15.00 Genoa-Cesena, Lazio-Chievo, Parma-Palermo, Torino-Juventus, Verona-Sassuolo; 18.00 Fiorentina-Cagliari; 20.45 Napoli-Sampdoria.

LE PAGELLE DELLA ROMA

DE SANCTIS 5 – Due tiri subiti, due gol incassati. Poco reattivo in entrambe le occasioni.

FLORENZI 5 – Il jolly sembra ormai destinato a fare il terzino destro. Ci si adatta, ma non è il suo ruolo. Ricordatevelo per il futuro.

MANOLAS 5,5 – Benissimo fino al gol di Icardi, sul quale concede spazio all’avversario favorendone la conclusione.

YANGA-MBIWA 5 – Sempre troppo incerto e impreciso.

HOLEBAS 4,5 – Sbaglia tutto il possibile in fase di costruzione e in fase difensiva continua a non convincere, anche se nel finale evita il gol di Podolski.

NAINGGOLAN 6,5 – Il migliore insieme a Pjanic. Centrocampista da coast to coast con il vizio del gol. L’unico in grado di cambiare il passo e il ritmo della squadra.

DE ROSSI 6 – Copre sempre molto bene, ma latita in costruzione.

PJANIC 6,5 – Meglio che nelle ultime uscite. Serve l’assist a Nainggolan e quando viene avanzato nel ruolo di rifinitore si prende la scena. E’ costretto ad uscire nel momento migliore per il solito problema alla caviglia  che si trascina da molto tempo.

IBARBO 6 – Non gioca male ed è sfortunato quando colpisce il palo. Però si impegna molto e merita la sufficienza.

TOTTI 5 – Non splende nello stadio in cui spesso, in passato, è stato re. Sostituzione inevitabile.

GERVINHO 4,5 – E’ sempre il fratello brutto di quello dell’anno scorso.

KEITA 5,5 – Mezzo voto in meno per la lentezza. Poi, certo, con il pallone tra i piedi ci sa fare.

ITURBE e DOUMBIA sv – Sarebbe ingeneroso anche il solo giudicarli.

GARCIA 5 – La sua squadra è reattiva a tratti, in alcune circostanze è sfortunata, in altre troppo leziosa. Di sicuro è involuta in fase offensiva, tanto che sembra aver dimenticato come si fa gol. Anche lui pare nel pallone nei cambi e nelle scelte. Insomma, le solite note dolenti degli ultimi tempi.

Back to top button