Calcio

Calcio. Al via il valzer delle panchine

calcio panchine palloneTra la fine del campionato e la finale di Champions di sabato sera tra Barcellona e Juventus (priva di Chiellini) tiene banco il calciomercato, a partire dagli allenatori.

Roma, 4 giugno – Il Milan ha ufficialmente esonerato Inzaghi e domani dovrebbe annunciare che il suo nuovo allenatore sarà Sinisa Mihajlovic, che sulla panchina della Sampdoria è stato già rimpiazzato da Walter Zenga, il cui ingaggio è stato confermato dal profilo Twitter del club blucerchiato. “Walter Zenga è appena atterrato a Genova per riprendere un discorso iniziato tanti anni fa. Bentornato Walter” scrive la società di Ferrera. Il portierone ha indossato la maglia blucerchiata dal 1994 al 1996.

L’ingaggio di Mihajlovic da parte del Milan è una scelta di ripiego del club rossonero, il cui primo obiettivo era Ancelotti, lasciato libero dal Real Madrid, dove è stato sostituito da Benitez, che appena firmato il contratto si è commosso dicendo: “Il Real è casa mia”. E qui vorrebbe portare Verratti, per strappare il quale al Psg sarebbero pronti sessanta milioni di euro.

I francesi, a loro volta, punterebbero su Tevez, al quale sono pronti ad offrire dodici milioni di euro all’anno.

Dal canto suo Mihajlovic dovrà fare i conti con qualche dichiarazione del passato. Quando allenava il Catania, infatti, dichiarò: “Non allenerò mai il Milan. Sono fatto così, magari muoio di fame, ma sono interista e ho troppo rispetto per i miei vecchi tifosi”. Appunto!.

A Napoli, intanto, cercano l’erede di Benitez e la scelta sembra orientata su tre nomi: l’ex Ct azzurro Prandelli (che pare favorito), Luciano Spalletti e in terza battuta Bielsa. Ma c’è addirittura chi pensa alla sorpresa Garcia, visto che il suo rapporto con la Roma non pare più tanto solido. A quel punto, con il francese a Napoli, in giallorosso potrebbe tornare Montella (rimpiazzato a Firenze da Sarri, che ha lasciato l’Empoli) o arrivare Mazzarri.

Nel mentre Colantuono ha già rimpiazzato Stramaccioni sulla panchina dell’Udinese, mentre Maran è stato confermato su quella del Chievo, Mancini su quella dell’Inter, Iachini su quella del Palermo, Gasperini su quella del Genoa e, ovviamente, Allegri su quella della Juventus, che per la finale con il Barcellona ha perso Chiellini, infortunato.

Ma siamo solo agli inizi.

Back to top button