Calcio

Nazionale. L’Italia non va oltre l’1-1 con la Croazia. Conte: “Bene così”

Pari a Milano tra fumogeni e sospensioni. Ora si monitora la situazione di Genova per l’amichevole di martedì con l’Albania.

candreva_naz_italia_croazia_14.jpg

Milano, 16 novembre – Italia-Croazia finisce 1-1 con le reti di Candreva (al suo primo gol in nazionale) e Perisic, favorito da una papera di Buffon, al quale il pallone passa sotto la pancia. Il pari è giusto, con la Croazia che ha fatto più possesso palla e l’Italia che non ha sfruttato qualche buona occasione. Entrambe continuano a guidare a braccetto il girone H, nel quale la Norvegia ha vinto 1-0 in Azerbaigian e recuperato due punti, mentre Bulgaria-Malta è finita 1-1. Classifica: Italia e Croazia 10 punti; Norvegia 9; Bulgaria 4; Malta 1; Azerbaigian 0.

Così il Ct Conte a fine partita ai microfoni della Rai: “Non era una gara semplice, la Croazia è una squadra molto più rodata di noi. Ma abbiamo fatto bene, perché la mia Italia è una squadra che non si arrende. Certo dobbiamo migliorare, ma ho visto grande voglia di portare a casa un risultato positivo nei ragazzi, tenendo conto che abbiamo giocato con una formazione molto raffazzonata per via degli infortuni. Abbiamo bisogno dei ragazzi, di gente nuova, che ci porta tanto entusiasmo”.

La partita è stata spesso interrotta per i fumogeni lanciati in campo dai tifosi (se così possiamo chiamarli) croati, che in giornata avevano già creato molti problemi per le vie di Milano. Ci si chiede perché, a quel punto, sono stati fatti entrare allo stadio e come mai petardi e fumogeni continuino ad entrare allo stadio. L’interruzione più lunga si è avuta al 30’ del secondo tempo, con la gara sospesa per cinque minuti e qualche carica della polizia nel caldo settore croato.

Ora bisogna pensare all’amichevole di martedì con l’Albania, organizzata a Genova per raccogliere fondi a favore degli alluvionati. Ma la situazione metereologica induce alla prudenza. “Abbiamo sentito il sindaco e il prefetto di Genova, ci siamo detti disponibili a ritirare la partita se fossimo stati d’intralcio, ma la risposta è stata che martedì Italia-Albania si gioca” ha detto il dg della Figc Michele Uva.

Back to top button
Close