Calcio

Nations League – Italia KO. Spagna OK in Finale

Roma, 6 ottobre 2021 – Con Italia-Spagna in Nations League, Termina dopo 3 anni l’imbattibilità azzurra durata 37 partite consecutive.

Si conclude nella peggiore maniera, nel senso che la Spagna ha rifilato agli Azzurri una lezione di calcio che resterà anch’essa negli annali.

Mancini stasera le ha sbagliate veramente tutte. Cominciando dalla formazione mandata in campo senza né capo né coda.

Mentre Luis Enrique faceva esordire un ragazzino di 17 anni Gavi, il CT italiano, pur conoscendo la forza tecnico-tattico degli iberici, è rimasto ai soliti fedelissimi.

Rinunziando all’ipotesi, per esempio, di sfruttare il grande momento di Pellegrini alla Roma e di Calabria al Milan.

Li ha convocati. Ma poi li ha mandati in panchina. Lasciando la squadra azzurra in balia del centrocampo.

Senza difesa in particolare nel settore destro affidato al controllo di De Lorenzo e Bonucci.

Da quella zona sono arrivati fin dalle prime battute tutti i pericoli spagnoli e tutti i numerosi guai, cominciando nel primo tempo dalle 2 reti di Ferran Torres e dalla espulsione di Bonucci.

Il capitano sicuramente ha perso presto la testa per l’incapacità della squadra di fronteggiare il possesso palla ed il pressing spagnolo.

Si è fatto ammonire per eccessi di proteste e poi espellere per avere infilato un gomito saltando nella gola di Busquets.

Per oltre un ora l’Italia ha subito l’umiliazione del palleggio spagnolo.

Soltanto con l’ingresso di Pellegrini per Jorginho, al 64′, pur con un uomo in meno, l’Italia ha mostrato le proprie riconosciute potenzialità.

Naturalmente era troppo tardi perchè la Spagna poteva ormai esibire con comodità e sicurezza il proprio possesso palla senza correre rischi aspettando il fischio finale.

Ciò nonostante, all’84’, proprio Pellegrini in tandem con Chiesa – confermatosi di gran lunga il miglior attaccante italiano – riusciva a far tremare Luis Enrique con un uomo in meno.

Sconfitta contenuta, quindi, che non offende se non per il modo con cui è avvenuta ed il cumulo di errore commessi da Mancini.

Prima o dopo dovevano arrivare.

Sarà interessante scoprire se Mancini approfitterà domenica della finale per il terzo posto in programma a Torino, per innovare veramente i ranghi senza equivoci o sentimentalismi.

TABELLINO

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Bastoni, Emerson Palmieri; Barella (71′ Calabria), Jorginho (64′ Pellegrini), Verratti (58′ Locatelli); Chiesa, Bernardeschi, Insigne (58′ Kean). (All. Roberto Mancini)

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta, Laporte, Pau Torres, Marcos Alonso; Koke, Busquets, Gavi; Oyarzabal, Sarabia, Ferran Torres. (All. Luis Enrique)

ARBITRO: Sergei Garasev

MARCATURE: 16′ e 45′ Ferran Torres; 84′ Pellegrini.

NOTE: Il Meazza esaurito per la capienza Covid (50%). Spettatori 37-000. Al 41′ espulso Bonucci

Giacomo Mazzocchi

Giacomo Mazzocchi, giornalista professionista, è stato capo redattore di TuttoSport, capo della redazione sportiva di Telemontecarlo, direttore della comunicazione della Federazione Mondiale di Atletica Leggera e direttore della comunicazione della Federazione Italiana Rugby. Vanta una vasta esperienza suddivisa fra giornalismo scritto e video con direzione e gestione di giornali, pubblicazioni, redazioni televisive, telecronache, conduzioni e partecipazione televisive. Cura l'organizzazione e produzione tv di eventi e uffici stampa
Back to top button