Calcio

Europa League: Napoli e Lazio missione compiuta, Fiorentina…..quasi!

calcio parolo napoli europaRoma, 26 novembre  – Ad una giornata dal termine della fase preliminare a gironi,  un altro tassello italiano è stato conseguito e cioè la qualificazione della Lazio che raggiunge il già promosso Napoli.

Per i campani poco più di un allenamento a Bruges, in serata, dove vincono per 0-1 con rete di Chiriches nel finaledel primo tempo. Il tecnico Sarri ha opportunamente fatto ruotare le seconde linee preservando parecchi titolari in vista della partitissima di lunedì sera al San Paolo contro la capolista Inter.

Nel tardo pomeriggio, in un Olimpico deserto, la Lazio batte per 3-1 gli ucraini del Dnipro con reti di Candreva, Parolo e Djordjevic dando una parziale risposta allo stato di crisi evidenziatosi domenica scorsa dopo lo stentato pareggio col Palermo. In Europa la squadra di Pioli non sbaglia un colpo, ma è in campionato che adesso bisogna rivedere una Lazio competitiva e decisa e domenica prossima alle 18 sapremo, contro l’Empoli, se il ritiro punitivo di inizio settimana sarà servito oppure no. La gara di questo pomeriggio si è messa subito in discesa per i biancocelesti che al 3’ vanno in goal con una bella penetrazione in area di Candreva; poi un sufficiente controllo dell’incontro fino al 65’ quando gli ucraini pareggiano con un’azione insistita, ma due minuti dopo la Lazio si riporta in vantaggio con un fendente di Parolo dal limite leggermente deviato. In pieno recupero Djordjevic arrotonda il risultato con una botta appena dentro l’area. Matematica qualificazione e matematico primo posto che rendono inutile l’ultima contesa il prossimo 10 dicembre a St.Etienne, anch’esso già promosso.

Manca poco, solo un punto, alla Fiorentina che esce indenne da Basilea, 2-2,  ma ha di che rammaricarsi perché era in vantaggio di due reti con doppietta di Bernardeschi. I Viola però subiscono la follia di un proprio giocatore, Roncaglia, che si fa espellere a metà primo tempo per una gomitata ad un giocatore svizzero, costringendo il tecnico Sousa a rivoluzionare il modulo passando al classico 4-4-1. Adesso bisogna prendere almeno un pareggio in casa col Belenenses per fare il pieno delle squadre italiane e migliorare di conseguenza il ranking internazionale.

Alla fine di questo penultimo turno accedono ai sedicesimi di febbraio prossimo il Liverpool, il Braga, il Basilea, il Tottenham, l’Atletico Bilbao, il Rapid Vienna, il Molde ed il Borussia Dortmund, per citare le squadre più importanti; sarà interessante verificare le ambizioni delle nostre rappresentanti anche e soprattutto in virtù di chi retrocederà dalla Champions.

Tags
Guarda anche
Close
Back to top button
Close