Calcio

Serie A – La Lazio si impone al Sassuolo

anderson felipe lazio 2015In una partita mai in discussione, i biancocelesti superano al Mapei Stadium il Sassuolo per 0-3
Reggio Emilia, 1 marzo – Al cospetto di una Lazio in forma e decisamente spettacolare nel gioco, il Sassuolo di Eusebio Di Francesco crolla e viene sconfitto a domicilio per 0-3. Vanno a segno, per i biancocelesti, Felipe Anderson (con un gol bellissimo), Klose e Marco Parolo.
PAGELLE LAZIO.
Marchetti: 6,5 – Quasi mai impegnato nel primo tempo, dove comunque si dimostra pronto ad uscire e ad accompagnare la squadra con una posizione molto alta, salva la Lazio nella ripresa con un mezzo miracolo su Zaza: sarebbe stato il pari per il Sassuolo.
Cavanda: 6,5 – I mezzi tecnici non sono eccelsi e la concentrazione non è sempre costante, ma le qualità fisiche del terzino destro di origine congolese sono davvero di tutt’altro pianeta rispetto agli altri giocatori in campo.
de Vrij: 6,5 – Solita partita da guida della difesa biancoceleste. Non sbaglia nessuna giocata, limitando i terribili attaccanti neroverdi.
Mauricio: 6 – Come de Vrij, non commette errori e limita le folate di Berardi e compagni; i suoi mezzi tecnici, però, iniziano a palesarsi davvero come limitati e rudimentali.
Radu: 6,5 – Buona prestazione sia in fase di spinta che di contenimento.Mette un paio di cross che potrebbero portare al vantaggio biancoceleste già nel corso del primo tempo. 
Parolo: 6,5 – Partita di quantità e di lotta, impreziosita dal gol trovato nel finale, grazie ad un rimpallo su un tiro del sempre presente Anderson, davanti a Consigli.
Biglia: 7 – Vicino ai suoi massimi livelli; riesce a costruire ed a fungere da ruba-palloni con una intensità incredibilmente alta. E’ il vero cuore del centrocampo biancoceleste.
dall’80’ Ledesma: s.v.
Cataldi: 6 – Prestazione, esattamente come nel caso di Parolo, di quantità. Limita i suoi inserimenti e non è sempre preciso, ma la sua crescita, nel centrocampo biancoceleste, pare costante.
Felipe Anderson: 7,5 – Come Biglia, torna vicino ai suoi massimi livelli ed inventa un gol che è una pietra preziosa nella collana del campionato della Lazio. Inarrestabile per gli avversari di giornata, inventa anche l’assist per il 2-0 mettendo un pallone esattamente sulla testa di Klose e propizia il 3-0 di Parolo. Letteralmente di un’altra categoria.
Mauri: 6,5 – Tanto movimento, nell’ormai acquisito ruolo di falso nove, ed un paio di giocate interessanti. Troverebbe anche il gol del 2-0 se Keita, in fuorigioco, non spingesse il pallone in rete, vanificando il tutto.
dal 65′ Klose: 6 – Entra e fa in tempo a mangiarsi due gol, su assist di Keita e Anderson, prima di realizzarne uno che non poteva davvero sbagliare.
Keita: 6 – Tantissimo movimento, qualche buona giocata ed un paio di errori clamorosi: su tutti, l’egoismo con cui spinge in rete (trovandosi in fuorigioco) un pallone che Mauri aveva già indirizzato oltre Consigli.
dal 74′ Candreva: 6 – Un quarto d’ora per sbagliare un’occasione che si era costruito con un grande aggancio e per mostrare un paio di giocate di grandissima scuola. Il posto che ha preso oggi Keita, inutile discuterne, è decisamente suo.
All. Stefano Pioli: 7 – Lazio convincente e vincente, al terzo successo di fila. La corsa alla Champions resta incredibilmente proibitiva ma, con una tale continuità di belle prestazioni, Napoli e Roma dovranno sudare fino a fine stagione per impedire a questa squadra di arrivare sul podio.

 

Back to top button