Calcio

La Roma vince 1-0 ad Empoli

Un’autorete del portiere Sepe regala la seconda vittoria alla Roma

Una Roma opaca e messa spesso in affanno dall’Empoli vince 1-0 in Toscana grazie all’autorete del portiere Sepe al 46’ del primo tempo su tiro di Nainggolan. In precedenza Maicon aveva colpito il palo e la Roma aveva reclamato due rigori per fallo su Destro e mano di Tonelli su tiro di Pjanic. Nel secondo tempo De Sanctis ha conservato il risultato con le solite parate decisive.

L’ampio turnover di Garcia non ha convinto.

LE PAGELLE DELLA ROMA

DE SANCTIS 6,5

Sicurezza De Sanctis si conferma anche ad Empoli. Il segreto? Un grande senso della posizione e la capacità di bloccare sempre la palla, come si parava una volta.

MAICON 6,5

Il migliore insieme a De Sanctis. Prende un palo, spinge come al solito sulla fascia destra fin dall’inizio e fallisce il gol nella ripresa calciando addosso al portiere da ottima posizione. Motivo per il quale gli diamo mezzo voto in meno.

MANOLAS 6

Dalla sua parte non si passa mai. Convince anche ad Empoli, con le buone e le cattive, usando le quali rischia di fare un rigore.

CASTAN 6

Rientra dopo l’infortunio ma regge solo un tempo, nel quale merita la sufficienza.

COLE 5

Bene quando attacca, malino quando difende, ma sembra ancora un corpo estraneo alla squadra. Deve ancora lavorare e molto per integrarsi.

NAINGGOLAN 6

Da un suo tiro scaturisce il gol della vittoria e già per questo merita la sufficienza. Una dei meno peggio nella partita grigia e poco entusiasmante della Roma.

DE ROSSI 6

Cerca di mettere ordine in una squadra che confusionaria. Sufficiente per tutto quello che mette in campo e per i tanti tentativi di cucire un gioco che latita.

PJANIC 5

Alla 100ma ufficiale con la Roma, in assenza di Totti, dovrebbe prendere per mano la squadra, ma delude come mai.

FLORENZI 6

Sufficiente per la volontà, il senso tattico e il dinamismo, meno per l’apporto che ha dato all’attacco.

DESTRO 5

Nonostante i tanti cross in area empolese non si è mai visto.

LJIAJIC 5

E’ la stessa storia dell’anno scorso. Quando parte titolare delude. Mai incisivo e troppo fumoso.

ASTORI 6

Entra nella ripresa e non fa rimpiangere Castan.

KEITA 6

Meglio di Pjanic in cabina di regia. Dà ordine alla squadra e non spreca un pallone. Di lui ci sarà sempre molto bisogno.

GERVINHO sv

Gioca i minuti finali.

GARCIA 6

Sufficiente per la vittoria e le tante occasioni avute dalla sua Roma, che però non ha entusiasmato. Ha giocato quasi sempre sotto ritmo, ha dimostrato poco ordine e poca inventiva in fase d’attacco. Senza Totti e Gervinho la squadra sembra monca e l’ampio turnover non ha convinto, così come l’idea di mettere subito dentro Castan per poi doverlo togliere ad inizio ripresa.

Non era meglio confermare Astori e far riposare ancora il brasiliano?

 

Back to top button