Calcio

La Roma a Genova con le riserve. Problemi di formazione anche per i rossoblu

Per l’ultima partita di campionato Garcia non convoca i giocatori che saranno impegnati nei Mondiali e in conferenza lascia spazio ai suoi collaboratori.

Come prevedibile per la trasferta di Genova con cui la Roma chiuderà il suo splendido campionato, Garcia non ha convocato i giocatori della rosa che saranno sicuramente impegnati nei Mondiali (De Rossi, Gervinho, Pjanic, Torisidis, Maicon), oltre ovviamente agli infortunati Balzaretti, Strootman e Toloi. Assente anche Romagnoli. All’appuntamento delle 15.00 di domenica 18 maggio a Marassi, dunque, arriverà una Roma imbottita di riserve e con tanti ragazzi della Primavera in panchina. La formazione prevedibile vede Skorupski in porta (ottima la sua prova contro la Juventus), Benatia e Castan al centro della difesa e forse Jedvaj e Dodò sulle fasce; Nainggolan, Taddei e Florenzi a centrocampo; Ljajic, Destro e Totti in attacco. Tra tutte ci piace ricordare la storia di Rodrigo Taddei, che giocherà la sua partita numero 290 in A con la Roma e che, avendo il contratto in scadenza, sarà anche alla sua ultima presenza in giallorosso dopo nove stagioni ricche di successi e soddisfazioni, ma anche di tanta umanità e umiltà. Per molti, noi compresi, avrebbe meritato la conferma nonostante l’età, riuscendo così a realizzare il suo sogno di chiudere la carriera in giallorosso.

Nella conferenza stampa della vigilia Garcia ha voluto dare spazio agli uomini del suo staff (Fichaux, Bombard e Nanni) per ringraziarli del lavoro che hanno svolto e poi, al termine delle domande, ha chiosato sorridendo: “Ora basta, andiamo a lavorare. Abbiamo ancora una partita da vincere!”.

Anche Gasperini dovrà fare i conti con molte assenze (gli squalificati Antonelli e Gilardino più gli infortunati Bertolacci, Matuzalem, De Ceglie, Marchese e Kucka) e con la sua voglia di vincere per chiudere bene il campionato. Un successo, tra l’altro, che il Genoa insegue dallo scorso 26 marzo, quando proprio a Marassi sconfisse l’altra romana, la Lazio. Da allora i rossoblu hanno sempre fallito i tre punti.

Tags

Guarda anche

Close
Close