Calcio

La Sampdoria riesce a fermare la Juventus: Juventus – Sampdoria 1-1 – Pagelle Juventus

Nell’ultimo incontro in casa del 2014, la Juventus pareggia contro la Sampdoria per 1-1 e sale a 36 punti, in attesa della partita della Roma a Genova.

pogba-juve-2014

Torino, 14 dicembre – La Juventus trova il suo secondo pareggio consecutivo in campionato, fermandosi allo Juventus Stadium contro la Sampdoria di Mihajilovic. Il gol bianconero è realizzato da Evra, nel corso del primo tempo, mentre in avvio di ripresa il pari della Sampdoria è ad opera di Gabbiadini, appena entrato in campo.

PAGELLE JUVENTUS:

Buffon: 7 – Il Capitano di Madama si fa trovare pronto, come un libero aggiunto, in tutte le uscite con i piedi e con la testa. Decisivo, con la partita che volge al termine, su un gran tiro da fuori di Gabbiadini deviato da Ogbonna.

Lichtsteiner: 6 – Spinge e difende con ordine, anche se i riflettori del giorno sono, inaspettatamente, per l’altro terzino Evra.

Bonucci: 6,5 – Piedi da centrocampista per il centrale della Juventus, capace di lanciare Pogba con una precisione millimetrica anche a 70 metri di distanza. Per il resto, solita partita di grande attenzione in difesa.

Ogbonna: 6,5 – Conduce una battaglia senza esclusione di colpi con l’altro italiano di colore in campo, Okaka. Con entrambi i giocatori molto fisici e potenti, il centrale di Madama riesce ad arginare in modo positivo il bomber doriamo.

Evra: 6,5 – Clamoroso notare come, in occasione del corner dell’1-0, a svettare per il gol bianconero sia proprio il più piccolo di tutti. Oltre al gol, Evra mostra una buona continuità sulla fascia sinistra, più in spinta che in copertura.

Pereyra: 6 – Libero spesso e volentieri di creare superiorità numerica, si fa notare per un numero eccellente di inserimenti in area di rigore doriana. Non riesce, però, mai ad essere incisivo in maniera determinante.

dal 78′ Coman: 6 – Entra e porta un ventaglio di freschezza e grande tecnica. Cerca di accendere il finale della Juventus, riuscendoci solo in parte.

Marchisio: 6,5 – In cabina di regia al posto di Pirlo, in un ruolo che lo vede sempre più a suo agio, sfiora addirittura il gol da fuori area, non fosse che Romero gli fa un miracolo. Suo l’assist per Evra, direttamente da corner.

Pogba: 7 – Una superiorità fisico-tecnica spaventosa. Riesce in quello che per gli altri è difficile anche solo immaginare. Si sta affermando, in questo campionato, come il centrocampista centrale più forte della Serie A.

Vidal: 5 – Continua la fase di recupero del campione cileno, schierato come mezzapunta in un modulo a lui decisamente congeniale. Non è decisamente, però, quello dei tempi migliori, e rischia in maniera clamorosa di farsi espellere nel finale di partita.

Tevez: 6 – Quando la palla si muove tra i suoi piedi sembra possa nascere sempre un’occasione per la Juventus. Prova ad impensierire Romero più di una volta, trovando però sempre pronto il portiere della Sampdoria.

dall’ 88′ Giovinco: s.v.

Morata: 6 – Riesce ad avere un buon impatto nella partita in cui prende, sin dall’inizio, il posto di titolare al posto di Llorente. La porta, però, non la vede quasi mai, se non in un paio di occasioni in cui Romero gli dice di no.

dal 71′ s.t. Llorente: 5,5 – Entra al posto di Morata ma non riesce ad avere l’impatto sulla partita che Allegri gli chiede.

All. Massimiliano Allegri: 6 – Dopo 25 vittorie consecutive in casa, la Juventus trova il pari contro una Sampdoria coriacea e ben messa in campo. La squadra non gioca male e domina il primo tempo, poi è un il lampo di Gabbiadini, insieme ad una resistenza clamorosa dei doriani, ad evitare il ritorno di fiamma di Madama. Peccato perché, nel complesso, la squadra bianconera avrebbe meritato tranquillamente la vittoria finale.

Back to top button