Calcio

Juventus da capogiro, la Lazio si piega. PAGELLE

La Juventus di Allegri si sbarazza con estrema facilita della Lazio: a segno due volte Pogba e Tevez, all’Olimpico è 0-3.

Roma, 22 novembre – La Juventus si impone sul campo della Lazio per 3-0 grazie alla doppietta di Pogba ed al gol di Carlos Tevez. I bianconeri confermano la prima posizione, mentre la Lazio resta ferma a 19 punti, insieme al Genoa.

 

LAZIO:

Marchetti: 5,5 – Non ha colpe evidenti sui tre gol della Juventus, ma sono tutti sul suo palo.

Basta: 6 – Rientra, dopo un lungo stop, con una discreta prestazione sulla fascia destra, sia in fase di spinta che di copertura.

de Vrij: 6 – Si mostra sicuro  nelle occasioni d’attacco bianconere. Non può nulla sui gol di Madama.

Cana: 6 – Lotta come un guerriero su tutti i palloni che gravitano vicino all’area di rigore biancoceleste, senza mai tirare indietro la gamba. Non è perfettamente piazzato in occasione del primo gol della Juventus.

Braafheid: 5-  Presidia la fascia sinistra con ordine nel primo tempo, poi crolla nella ripresa, quando le realizzazioni della Juventus partono tutte dalla sua fascia.

Lulic: 6 – Presenza e costanza, come al solito, ma meno lucidità rispetto alle partite migliori.

Biglia: 6 – Ordinato nell’impostare l’azione biancoceleste, non riesce ad eccellere come nelle occasioni recenti.

Parolo: 6 – Prestazione di sostanza e di lotta nel centrocampo biancoceleste, è però poco attento in occasione degli inserimenti della mediana bianconera.

Candreva: 6,5 – Attivo come al solito sulla fascia destra, impegna Buffon con un gran tiro da fuori e serve un bel pallone a Keita, che lo spreca. Nella ripresa prova un paio di volte a sbloccare, poi fa espellere Padoin.

Klose: 5 – Passa un primo tempo decisamente poco attivo, non avendo praticamente mai l’occasione di presentarsi in maniera lucida dalle parti di Buffon.

Keita Balde: 5 – Un rientro tutt’altro che di rilievo. E’ lui, verso la fine del primo tempo, a sprecare un buon pallone messo in mezzo da Candreva.

All. Pioli: 5 – La Lazio non gioca male, ma la Juventus pare avere davvero degli automatismi in più rispetto al gruppo biancoceleste.

SUBENTRATI:

Djordjevic: 5,5 – Ci mette più fisico di Klose, ma poco altro.

Felipe Anderson: 6,5 – Entra per Balde Diao e vivacizza in modo enorme la manovra laziale. Con un gran numero si ritrova davanti a Buffon, che gli nega il gol della bandiera con un grande intervento.

Cavanda: s.v.

 

JUVENTUS

Buffon: 6,5 – In affanno su un paio di punizioni di Candreva, poi bravo sullo stesso Nazionale Italiano e su Felipe Anderson.

Lichtsteiner: 7 – Prestazione arrembante come al solito, positivo come pochi altri nel campo che lo vede grande ex.

Bonucci: 6,5 – Imposta e difende la retroguardia bianconera con la sicurezza dei tempi migliori.

Chiellini: 6,5 – Riesce a contenere in maniera più che egregia la presenza di Miroslav Klose.

Padoin: 6 – Fa il compitino e riesce a limitare in parte Candreva, fino al momento in cui l’ala della Lazio lo fa espellere.

Marchisio: 7 – Prestazione di costanza nel suo classico ruolo di interno, rinvigorito dal ritorno di Pirlo nella cabina di regia bianconera. Serve un assist decisivo a Pogba, in occasione del 3-0.

Pirlo: 6,5 – Prestazione compatta e precisa in ambito di regia, riesce a non sbagliare praticamente mai pur pressato dai forsennati centrocampisti della Lazio.

Pogba: 7,5 – Due gol, un gran palo ed una prestazione decisamente sopra le righe. E’ lui l’uomo in più della Juvenuts, in questo momento.

Pereyra: 7 – Si mostra come uno dei più attivi nel trio offensivo della Juventus.

Tevez: 7 – Mette i brividi a Marchetti con un tiro da fuori già all’inizio della partita, poi si mostra temibile come al solito, fino a realizzare il gol del 2-0.

Llorente: 6 – Riesce a catalizzare l’attenzione dei difensori biancocelesti, procurando spazi per l’inserimento dei centrocampisti della Juventus, come in occasione del gol di Pogba.

All. Allegri: 7,5 – Riesce a far imporre la Juventus su un campo tutto sommato difficile come quello della Lazio. Il ritorno al 4-4-2 sta dando risultati decisamente superiori a quanto sarebbe stato lecito aspettarsi.

SUBENTRATI:

Morata: 6,5 – Contribuisce a dare una bella mano all’attacco bianconero.

Vidal: 6 – Nei venti minuti della sua partita riesce a dare una presenza compatta nel battagliero centrocampo di Madama.

Mattiello: 6 – Svolge il compitino, nella prima presenza della sua carriera allo Stadio Olimpico.

 

Guarda anche
Close
Back to top button