Calcio

Serie A. 21ma giornata – Juve cinica, Lazio che peccato!

Giornata caratterizzata da una pioggia di goals

Roma, 27 gennaio 2019 – Il completamento della 21° giornata di serie A ha vissuto una proliferazione di reti non comune per le nostre latitudini, con risultati e realizzazioni in parecchie circostanze spettacolari.

Partita clou in serata tra Lazio e Juventus coi Campioni che in extremis vincono per 1-2 con goals di Emre Can in autorete, Cancelo e Ronaldo su rigore. Mai come in questa serata la Juve ha sofferto una Lazio in salute, organizzata, e che paradossalmente deve recriminare sul suo capocannoniere, Immobile, che ha sprecato un’occasione d’oro per chiudere la gara, dopo che i biancocelesti hanno avuto almeno cinque palle-goals e che i bianconeri hanno effettuato il primo tiro in porta addirittura al 71°!

Alle 12,30 hanno cominciato Chievo e Fiorentina con vittoria in trasferta dei viola per 3-4, Muriel, Benassi, Chiesa (2), Stepinski, Pellissier su rigore e Djordjevic, che si lanciano verso una possibile candidatura Uefa, mentre alle ore 15 è andato in onda lo psico-dramma del Bologna che è crollato in casa col Frosinone per 0-4, Ciano (2), Ghiglione e Pinamonti, scatenando una civile ma durissima reazione in conferenza stampa del presidente Saputo che probabilmente solleverà dall’incarico il tecnico Pippo Inzaghi.

A seguire l’impresa della Spal fuori casa a Parma in rimonta per 2-3, Inglese (2), Valoti, Petagna, Fares, con gli estensi che si portano ad un +7 rispetto all’inferno della terz’ultima posizione e poi la pirotecnica gara di Bergamo tra Atalanta e Roma finita per 3-3, goals di Dzeko (2), El Shaarawy, Castagne, Toloi e Zapata. La chiave al vecchio Brumana è stata probabilmente la rete di Castagne ad un minuto dalla fine della prima frazione, coi giallorossi in vantaggio di tre goals avendo sfruttato, cinicamente, tutte le amnesie difensive degli orobici che comunque stavano producendo la solita mole di gioco a grande ritmo. Nella ripresa i nerazzurri hanno mantenuto un’intensità di gioco elevata a differenza dei giallorossi che hanno sempre più arretrato il baricentro, senza mai più avere la possibilità di ripartire; al di la di ogni considerazione credo più ad una questione di testa da parte della Roma, all’ennesima rimonta subita in questo torneo, carente nella gestione in mezzo al campo della gara.

Alle ore 18 risveglio del Torino che ha matato l’Inter per 1-0, rete di Izzo, giocando con gagliardia contro una formazione in crisi d’identità anche per distrazioni dovute a voci di mercato, vedi il caso Perisic.

Domani sera il completamento della giornata con Empoli-Genoa e da martedì la tre giorni di Coppa Italia coi quarti in gara unica di Milan-Napoli, Atalanta-Juventus, Fiorentina-Roma ed Inter-Lazio.

Classifica dopo la 21° giornata:
Juventus, 59; Napoli, 48; Inter, 40; Milan, 35; Roma, 34; Sampdoria, 33; Atalanta e Lazio, 32; Torino e Fiorentina, 30; Sassuolo, 29; Parma, 28; Cagliari e Spal, 21; Genoa, 20; Udinese, 18; Empoli, 17; Bologna, 14; Frosinone, 13; Chievo, 8.

Tags

Guarda anche

Close
Close