Calcio

Calcio. Rabberciati, con mille problemi, ma in Inghilterra non perdiamo

calcio insigne ingh ita 18L’1-1 strappato a Wembley dalla nazionale di Di Biagio allunga la nostra tradizione positiva in casa degli inglesi, dove non perdiamo dal 1997!
Roma, 27 marzo – Le amichevoli non contano nulla, per carità, però la rabberciata e estemporanea Italia del CT pro tempore Di Biagio strappa un confortante 1-1 nel tempio di Wembley contro una signora nazionale come l’Inghilterra e allunga la nostra tradizione positiva in casa dei leoni, dove non perdiamo addirittura dal 4 giugno 1997, amichevole anche allora.
Ventuno anni fa!
Da quel giorno, in Inghilterra, le due nazionali si sono affrontate solo due volte: nella prima l’Italia ha vinto 2-1 a Leeds nell’amichevole del 27 marzo 2002 con la doppietta di Montella che al 67’ e al 92’ (su rigore) ribaltò il gol segnato da Fowler al 63’; stasera ha pareggiato 1-1 con le reti di Vardy e il rigore di Insigne, ancora nel finale.
Direte: vabbè, ma due partite in ventuno anni non fanno una statistica reale.
È vero, però in tempi grami come questi, in cui la nostra povera nazionale è costretta a recitare il ruolo di sparring-partner di quelle che andranno ai Mondiali (dove lei non andrà) bisogna pur consolarsi con l’aglietto, come dicono a Roma.
E allora consoliamoci e guardiamo con un po’ di ottimismo al futuro, perché il Ct che verrà (non ce ne voglia Di Biagio) potrà contare su un gruppo di ragazzi molto interessante, nel quale i vari Donnarumma, Chiesa e Insigne reciteranno un ruolo di sicuri protagonisti.
Back to top button