Calcio

Euro 2020: Riepilogo del 2° turno.

Conferme e sorprese nell'Europeo di calcio per Nazioni.

Roma, 19 giugno 2021.

Si conclude il secondo turno della prima fase degli Europei di calcio per Nazioni e sono solo tre le squadre già sicure dell’approdo agli ottavi di finale.

Il “solo” è relativo a Belgio, Olanda e Italia mentre aspettavamo conferme da Inghilterra, Portogallo, Francia, Spagna e Repubblica Ceca che per vari motivi hanno frenato.

La maggior delusione viene dall’Inghilterra stoppata dal vigore della Scozia nel derby d’oltre Manica, mentre il Portogallo ha subìto il fragoroso ritorno della Germania.

Bella gara, intensa, a Monaco di Baviera con i lusitani in vantaggio ma poi il ritorno dei panzer ha annichilito i Campioni uscenti con un perentorio 4-2.

Perentoria la prestazione di Gosens, autore di un goal valido e uno annullato, che ha ancora energie da spendere dopo la grande stagione fornita con l’Atalanta.

Anche la Francia ha inopinatamente frenato, contro la cenerentola Ungheria e forse troppo frettolosamente abbiamo pensato che avrebbe “ammazzato” il torneo continentale.

L’entusiasmo dei 60.000 di Budapest è stato uno spettacolo e i magiari del mister italiano Marco Rossi hanno fornito una prestazione commovente, contro i Campioni del mondo.

La Spagna di Luis Enrique, 1-1 contro la Polonia e al secondo pareggio consecutivo, fatica maledettamente a tradurre in rete la mole di gioco che produce.

Troppo leziosa la manovra, poca verticalizzazione e mancanza di un terminale offensivo di maggior consistenza rispetto al generoso Morata.

Di sostanza la Repubblica Ceca con uno Schick momentaneo capocannoniere del torneo e che martedì prossimo proverà a sfruttare le insicurezze inglesi.

Delle tre già qualificate la migliore impressione l’ha fornita proprio l’Italia che al netto degli avversari incontrati ha mostrato un impianto di gioco eccellente e un’unità d’intenti da squadra coesa.

Positivo l’atteggiamento dettato dal tecnico Mancini che non vuole fare calcoli, né speculazioni, giocando sempre per vincere a prescindere dagli avversari.

Olanda e Belgio hanno confermato talento e determinazione, con qualche piccolo problema per i belgi che hanno sofferto contro l’orgoglio dei danesi ancora provati da quello che è successo a Eriksen.

Delle seconde linee risveglio di Russia, Ucraina e un occhio particolare a Galles, prossimo avversario degli azzurri, Svezia e come detto alla fervente Scozia.

Da domani via al terzo turno con epilogo mercoledì 23 giugno e poi gli ottavi dal 26 al 29 giugno col dentro e fuori senza più appello.

Back to top button