Calcio

Serie A. E la Roma va. LE PAGELLE

Un gol-fantasma di Astori regala tre punti d’oro ai giallorossi a Udine.

astori

Roma, 6 gennaio – La Roma passa sul difficile campo dell’Udinese per 1-0 con un gol-fantasma di Astori che ha scatenato le polemiche in casa friulana e reso nervosa e dura la partita. L’episodio, accaduto al 18’ del primo tempo, è stato difficilissimo da decidere (palla sulla parte interna della traversa e poi a rimbalzare sulla linea o oltre), tanto che l’addizionale di porta Maresca non ha dato il gol, smentito poi dall’arbitro Guida, che si è preso la responsabilità di assegnarlo. E dato che anche le immagini Tv, stavolta, poco riescono a chiarire, o giusta o sbagliata, la decisione di Guida va comunque accolta come la scelta di un uomo che deve decidere in una manciata di secondi. L’Udinese reclama anche un rigore per un intervento di Emanuelson su Kone che poteva essere punito. La Roma ha comunque legittimato la vittoria sprecando almeno cinque occasioni nitide da rete e in attesa del posticipo Juventus-Inter ha momentaneamente agganciato i bianconeri in testa alla classifica.

LE PAGELLE DELLA ROMA

DE SANCTIS 6

Mai seriamente impegnato, attento (stavolta) nei tanti rinvii di piede che ha dovuto effettuare sui retropassaggi dei compagni.

MAICON 6

Bene nel primo tempo, malino nel secondo, quando regala due occasioni all’Udinese, anche perché il fastidio al ginocchio torna a farsi sentire, costringendolo al cambio.

ASTORI 8

Il migliore. Segna di testa smarcandosi alla grande sulla punizione di Totti e copre su chiunque capiti dalle sue parti. Pilastro.

MANOLAS 7

In compagnia con Astori non concede nulla agli attaccanti friulani. Altro pilastro.

HOLEBAS 6,5

Un’altra buona prestazione per il greco, ormai titolare della fascia sinistra.

PJANIC 7

Una gara al di sopra delle righe. Mezzo voto in meno per un gol fallito con un tiro moscio da centro area che avrebbe dovuto effettuare meglio.

DE ROSSI 7

Forse gioca la sua partita migliore della stagione. Copre adeguatamente la difesa e funge da scarico per ogni compagno in difficoltà. Uomo in più.

STROOTMAN 6,5

Buona prestazione per l’olandese, preferito a Nainggolan, tenuto precauzionalmente a riposo. Piano piano sta tornando quello che conosciamo e per la Roma è un’ottima notizia.

ITURBE 6,5

Si muove bene, affonda con decisione e crea anche qualche buona occasione, ma sui suoi cross al centro non c’è mai nessuno.

TOTTI 5,5

Fallisce due occasioni da gol a centro area, nelle quali denota riflessi un po’ lenti e questi gli abbassano la media.

LJAJIC 5,5

Si impegna molto, ma con poco costrutto.

TORODISIS 6

Presidia la fascia con intelligenza.

FLORENZI 5,5

Si muove bene, ma rimedia un’ammozione che gli farà saltare il derby di domenica prossima e si mangia malamente il gol che poteva chiudere la gara.

EMANUELSON 5

Entra e commette subito un fallo che poteva regalare il rigore all’Udinese. Prima aveva calciato male a tu per tu con Karnezis sprecando la palla del possibile 2-0.

GARCIA 6,5

La Roma vince faticando, gode di alcuni episodi favorevoli, ma domina e spreca tante volte il raddoppio. Sembrano contraddizioni, in realtà sono le conclusioni di una partita strana, dominata dai giallorossi, che poteva finire 3-0 per loro e che, invece, hanno rischiato anche di pareggiare. Se si vuole vincere lo scudetto bisogna essere più cinici sotto porta e a volte il centravanti serve. Avete visto quante palle vaganti sono arrivate al centro dell’area friulana senza che nessuno sia stato capace di sfruttarle? Impressione: il tridente leggero Iturbe-Totti-Ljajic ha classe e velocità e crea molto, ma è destinato a concludere troppo poco.

Back to top button